Skip to content

Non fate onde, topgonze

04/10/2011
by

Non paghi di aver toppato malamente nel tradurre in un loro recente post – dopo chissà quali complesse masturbazioni alla tastiera che preferiamo non immaginare – un termine italiano in quello che secondo loro ne era l’equivalente in greco moderno, i nostri clown in calze a rete hanno pensato bene di affiggere questo addendum sotto il post medesimo:

[Nota: pare che il sig.Train si sia sentito offeso nella sua virilità perché “signori Train” è stato tradotto in greco al femminile. Mentre ci scusiamo con il sig.Train, e ribadiamo che lo sappiamo masculo, masculissimo, teniamo a sottolineare che l’intenzione di offendere non c’era. Detto tra noi, sig.Train, pare  che il traduttore di Google sia stato indotto in errore dalla preponderanza numerica delle sue fidanzate]

Addendum che nelle intenzioni dei suoi sventurati autori sarebbe stato un tranquillo “buttarla sul ridere”, ignorando essi il paradosso di aver scritto certe frasi acconciati en travesti:

parsifal

3 ottobre 2011 at 19:02

“…Qui è stata pubblicata una postilla di poche righe, l’errore è stato ammesso e si è buttato sul ridere.”

Riso a denti stretti, però, giacché non s’è trovato di meglio che cercare di coprire la fumante perla ormai deposta con una ancor peggiore;  non solo, ma poche righe più su, nello stesso commento or ora visto, parsifal firmava un altro autogol, cercando di rimediare l’irrimediabile (così abbiamo accontentato anche red.cac.) :

“…Qui è stato pubblicato un post con una distrazione: un vocabolo greco tradotto frettolosamente…” :

tanto frettolosamente, che in quattro e quattr’otto si è messo sottosopra un traduttore on line con un inimmaginabile autokamasutra di linguistiche acrobazie;  per giungere ad un risultato tale e quale quello che i cani depongono giornalmente sui marciapiedi di tutte le città d’Italia.  Ma ieri parsifal aveva deciso di essere generoso e ci ha donato questo suo capolavoro di idiozia, deposto subito dopo quel “frettolosamente”:

“Thorgen di là se n’è accorto e ha costruito un pippone, a partire dai suoi ricordi di greco al liceo”:

Il Nostro  – proprio come mi aspettavo – si è gettato come uno stupido bulaxo del mar dei Sargassi sull’esca che avevo preparato per lui e i suoi fidi colleghi:  iniziando un po’ in sordina il post, col fingere una conoscenza del greco affidata al solo filo dei miei ricordi liceali:  laddove le cose non stanno esattamente così, ma non le sveleremo perché con le topgonze intendiamo divertirci ancora, e molto, come si vedrà stasera. In conclusione, visto quanto egli si è agitato smuovendo ogni volta di più l’elemento nel quale si trovava immerso, per il futuro raccomandiamo al buon parsifal la chiusa della celebre barzelletta:

Non fate onde, per carità.

Annunci
9 commenti leave one →
  1. jazztrain1 permalink
    04/10/2011 4:16 pm

    Meno male che non c’era il “sotterfugio e che l’ha “buttata sul ridere”. Se questa simpatica svista fosse accaduta a noi, il buon Parsifal avrebbe sicuramente vestito i panni di Torquemada e avrebbe preteso come pubblico inquisitore il rogo e la colonna infame!

  2. Top Ganz permalink
    04/10/2011 5:53 pm

    Traduzione/rovesciamento della Nota.
    Pare che i sigg.Topgonzi si siano risentiti nelle loro castagne (altrimenti detti marroni) perché si è scoperto che essi avevano assai maldestramente – in realtà mai nulla di men che maldestro ci si aspetta da loro – tradotto in greco l’appellativo “Sig. Train” con “kyríes Treno”, rendendolo non solo plurale ma per giunta anche femminile ( “signore Train”). A loro è subito roduto dannatamente il culo per questa grezza escrementizia, la quale ci rivela tutta la pateticità degli sgangherati espedienti che cercano di mettere in piedi. E ora cercano di salvare la pretesa fama di fini ed ironici bloggaroli con la scena di scusarsi con Jazztrain, dicendogli che conoscevano benissimo di che sesso fosse. Aggiungono – sottolineandolo quanto mentendo e oltraggiando ulteriormente – che l’intenzione di offendere non c’era, mentre persino lo stesso cretino autore della figuraccia capirebbe che quella di offendere era esattamente l’unica loro intenzione. L’intenzione che di certo non avevano era semmai quella di far figure di merda come quella che nondimeno han rimediato. Detto tra noi, sigg. Topgonzi, pare che anche il popolarissimo traduttore di Google sia strumento oltremodo inadeguato alle vostre scarse capacità, uniche responsabili di quel che chiamate “errore” e che noi chiamiamo “occasione di sbellicarci una volta di più”. Insomma, fareste molto meglio a far contrita ammenda delle vostre grezze, invece che rimestare nei buglioli – sperando che ne esca panna fresca – in cui avete appena cacato. Se no, uno potrebbe sentirsi autorizzato a presumere che sprechiate il tempo in questo modo magari perché siete voi, piuttosto, a deficitare di fidanzate, quelle vere, con tanto di chiappe e di tette, e a dover ricorrere troppo spesso a quelle di scorta.

    • 04/10/2011 6:58 pm

      Non di badanti, ma di robuste bagasce e dallo stomaco forte necessitano le topgonze: ancorché – temo – ormai votate ai mesti festini in calzamaglia della loro cage aux folles

  3. 04/10/2011 7:04 pm

    Facciamo gli onori di casa all'”amico disinteressato”, lo ringraziamo per il link e lo invitiamo a restare qui con noi, se gli fa piacere.

  4. Duca permalink
    05/10/2011 10:24 am

    Rispondo all’esimio Don Peppino.
    innanzitutto grazie della considerazione per il mio link (ho anche cambiato il mio nick, così titillo la sua autostima).
    Secondariamente, ha ragione, vi sono maestri che vanno seguiti de visu.
    Se Voi ci raccontaste con quale Maestro vi siete formato, sarebbe bello.
    Nel merito, ancora non avete risposto. Quale interpretazione dei Platone preferite?
    Salvezze illimitate.
    Il Duca

    • jazztrain1 permalink
      05/10/2011 10:27 am

      Lui dirà: erasmuccio perspicuo!

      🙂

  5. Duca permalink
    05/10/2011 10:37 am

    Fate parlare Lui, Egregio Jaztrain 😉

    • jazztrain1 permalink
      05/10/2011 10:43 am

      Come fesso e perdente, ho parlato sin troppo! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: