Skip to content

Da Jazztrain riceviamo e volentieri pubblichiamo: Nulla di nuovo sul fronte gonzico

02/11/2011
by

Caro Thorgen,

sono appena tornato da un torneo di scacchi disputato in quel di Marrubiu, città famosa, come tu ben sai, non solo per l’attività scacchistica ma anche per le cantine sociali.  Devo dire che mi sono trovato a mio agio, grazie all’eccellente organizzazione, all’ottima sala di gioco, alla presenza di scacchisti provenienti da  tutte le città dell’isola per non parlare della presenza del vecchio ma mai domo “leone serbo”, noto negli ambienti scacchistici nazionali per la sua presenza in parecchi tornei nazionali.  L’unica nota negativa, per la gioia dei miei detrattori, è che non ho ripetuto gli ottimi exploit di Ozieri e di Cagliari e che ho avuto un calo di forma che ha influito negativamente nella qualità del mio gioco e sul punteggio finale. In questi giorni mi dedicherò attivamente all’attenta analisi delle partita disputate e allo studio scacchistico; in fondo vorrei prepararmi meglio per il prossimo torneo e cercare di fare altri punti per tentare il passaggio di categoria.  Chiudo questa breve parentesi dicendo che la FIDE ha aggiornato il rating e da 1700 punti sono passato a 1745!

Non volevo tediare te ed i nostri affezionatissimi lettori con questioni che esulano dalla nobile ragione sociale di questo blog; volevo far notare che in questi giorni ho preferito occuparmi del torneo, coltivare rapporti umani, stare volontariamente lontano dal PC e fare altre cose piuttosto che trascorrere le giornate a perder tempo.

Ieri sera, al mio ritorno da Marrubiu, dopo aver scaricato la posta elettronica ho voluto vedere se anche i nostri cari gonzi hanno trascorso lontano dagli schermi del computer il ponte di Ognissanti. Ebbene, non ho potuto fare a meno di notare che, parafrasando un noto romanzo di Remarque, non c’era “Nulla di nuovo sul fronte gonzico.”  Hanno preferito di gran lunga trascorrere il ponte a casa e per ammazzare il tempo hanno scritto l’ennesimo e noiosissimo articolo su Napolitano e sul suo peccato originale, qualcosa cosiddetto “nuovo che avanza e che è avanzato”,  per non parlare poi di qualche post demenziale  dedicato al sottoscritto su cose che non ho mai scritto e che sono state arbitrariamente attribuite a me. Ancora una volta sono costretto a smentire perché non sono io l’autore e ancora una volta smentisco categoricamente di aver commentato in quella fogna a cielo aperto.

  • parsifal

    31 ottobre 2011 at 14:33

    Ma è vero o uno scherzo? (dopo tanti anni ancora non riusciamo sempre a distinguere). (E’ un fesso mondiale, questo credo anche all’esistenza di Babbo Natale n.d.r)

  • 31 ottobre 2011 at 14:59

    No, dai, non può essere vero. Neanche da un imbecille patentato  può essere vera una roba del genere!

  • Scintilla

    31 ottobre 2011 at 15:05

    In effetti, suona farlocca. (C’è arrivato, forse una scintilla deve aver stimolato i suoi  neuroni non sono del tutto offuscati dal kick-boxing)

  • Studente di itagliano

    31 ottobre 2011 at 15:34

    Io, di per me, mi siedo a bordo fiume…. e aspetto…

    • 31 ottobre 2011 at 15:58

      Se l’è fatta scrivere contro di noi, e l’ha certamente ritoccata, ma noi l’abbiamo intercettata. Ancora non ha capito di avere il nostro sicofante non all’uscio, ma in dispensa, dove depone le sue cose più preziose. (Credono persino alle loro bugie, sono malati!)

Anche se l’insulto della fanatica filoisraeliana (a proposito per lei deve essere stata una brutta botta quello che è accaduto in  questi giorni!) lascia il tempo che trova,  vorrei segnalare la reazione della corte dei miracoli. Forse si stanno rendendo conto di essere strumentalizzati (emblematica la reazione di uno come Parsifal che  non è conoscenza di quello che fanno i suoi compari di merende) che non ci stanno a  fare la figura dei peracottari di fronte a commenti o post tarocchi come questo. A proposito di peracottari, segnalo come ciliegina sulla torta questo dialogo sui  massimi sistemi tra un esaltato e il volgare perspicuo.

31 ottobre 2011 at 17:02

Ribadisco: non c’e’ bisogno di due stati per due popoli perche’ due stati ci sono gia’: gli israeliani vivono in uno stato ebraico e i palestinesi in uno stato di imbecillita’ permanente.

E che annassero a mori’ ammazzati loro e i noiosi intellettuali di sinistra che da 60 anni ci levigano gli attributi con ‘sto branco di frignoni che si sono fatti usare da tutti gli stati arabi della regione, della serie, “vai avanti tu che mi vien da ridere.”

Coda finale,  l’esaltato fa la figura del peracottaro credendo di parlare con il sottoscritto:
  • 31 ottobre 2011 at 19:16

    Scommetto che l’estensore di questo post è il perspico Erasmo, al quale dico solo che solo i sciocchi e i oziosi perditempo di quete cose ridono e che le scrivono solo i stronzi come voi. Se avesse un po’ di dignità Berlusconi avrebbe votato come la Francia che non a caso ride di lui e a me fa piacere. (N.B. Uso improprio del mio avatar note dal vero Jazztrain)

    • 31 ottobre 2011 at 22:51

      Sig. Train, non partecipa anche lei all’iniziativa umanitaria che ho lanciato qualche tempo fa?

      Si chiama: ” Una strada per Gaza” e stiamo cercando di raccogliere fondi per far asfaltare Gaza e trasformarla in un parcheggio con Mac Donald incluso.

      Poi abbiamo anche ” Un U-Boot per Gaza” con la quale stiamo raccogliendo fondi per acquistare un vecchio U-Boot in disarmo e lanciare la guerra sottomarina indiscriminata contro le “Flottiglie per la pace”.

      Ma su tutte svetta ” Un megatone per Gaza”: tutti abbiamo dei kilotoni in disuso in garage: invece di gettarli, raccogliamoli fino a raggiungere un megatone da regalare a Gaza.

      Ora se mi scusa, dovrei andare: sono impegnato a riempire di cacca di cammello degli orsetti di pezza da mandare ai bambini di Gaza. Quelli con cui ci sminuzzate finemente gli attributi da diversi anni a questa parte.

Inutile dire che uno così è un totale idiota.
Annunci
3 commenti leave one →
  1. 02/11/2011 1:33 pm

    Per me il sig.Yossarian, essendo uso a frequentare quel letamaio, sa benissimo di non star parlando con te, ma con una becera creazione topgonzica: proprio per questo, rispetto a come la pensi tu, si rivela ancora più idiota.

    PS: ho anche scritto sul blog di questo Einstein che per lui l’iniziativa umanitaria “Neuroni per Yossarian” era del tutto inutile: ma ovviamente quel cuor di leone non ha pubblicato il commento. Presto avrà anche lui un posto in questa nostra galleria degli orrori: il suo blog è un ottimo fornitore…

  2. jazztrain1 permalink
    02/11/2011 2:19 pm

    Lì c’è gente esaltata e fanatica come e più di lui, non folkloristica e sciocca come i nostri patetici topolini di fogna.

  3. jazztrain1 permalink
    02/11/2011 8:08 pm

    Sono così patetici i topolini che vengono di nascosto qui e leggono cosa ho scritto. Leggi qua cosa ha fatto il nostro red.cac.: “Comunque sono appena tornato da un torneo di scacchi che è stato disputato a Manubriu, e i giocatori sono molto contenti di come ho fatto le pulizie nei cessi e il grande Capablanca mi ha detto “mi sono trovato a mio agio, grazie”. C’erano scacchisti provenienti da tutte le somaraie dell’isola, e c’era persino un leone serbo.
    Nel torneo riservato agli scopini, per la gioia dei miei detrattori, non ho ripetuto gli ottimi exploit di Buddusò e Pattada, anche perché gli altri non erano così solerti nel pulire i cessi e nello svuotare i posacenere. Ora mi dedicherò attivamente all’attenta analisi delle partita disputate e allo studio scacchistico, tanto a scuola non faccio un tubo, delle lezioni chi se ne frega, in fondo vorrei prepararmi meglio per il prossimo torneo e cercare di fare altri punti per tentare il passaggio alla categoria scoponi. Chiudo la breve parentesi dicendo che la FISF ha aggiornato il retink e da 1700 ceffoni sono passato a 1745.

    Non voglio tediare i lettori che affollano il vostro blog ma volevo far notare che in questi giorni ho preferito coltivare rapporti umani con le persone care e star lontano dal PC e fare altre cose piuttosto che trascorrere le giornate a perder tempo inutilmente.

    Ieri sera, al mio ritorno da Manubriu, dopo aver scaricato la posta elettronica, e solo per quello, sia chiaro, ho voluto vedere se anche i nostri amici hanno trascorso lontano dagli schermi del computer il ponte di Ognissanti. Ebbene, non ho potuto fare a meno di notare, parafrasando un noto romanzo di Remake, che non c’era “nulla di nuovo sul fronte che mi assilla”. Hanno preferito di gran lunga trascorrere il ponte a casa e per perdere tempo inutilmente hanno scritto l’ennesimo e noiosissimo articolo su Napolitano e sul suo peccato originale, qualcosa cosiddetto nuovo che avanza e che è avanzato, per non parlare poi di un post demenziale dedicato al me sig. Train su cose che non sarei mai capace di scrivere ma che sono state arbitrariamente attribuite a me. Sono costretto a smentire perché non sono io l’autore e ancora una volta smentisco categoricamente di aver commentato in questa fogna a cielo aperto dove ogni tanto perdo utilmente il mio tempo.”

    Ormai è senile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: