Skip to content

Seghe, gazzosa e sicofante

05/11/2011
by

Ieri il destino cinico e baro ha infierito ancora una volta sui topgonzi:  un loro commento, firmato “sig.Train”, è stato cancellato senza pietà da Galatea, ben consapevole della paternità del commento in questione.  A quel punto, con l’ano sanguinante per la batosta ricevuta, i topgonzi si sono consolati inventando questa farraginosa storiella:

http://topgonzo.wordpress.com/2011/11/04/il-sicofante-interiore/

 

Di passaggio i nostri imbecilli preferiti lanciano un terribile avvertimento a Jazztrain:  non s’illuda di averla fatta franca, perché non ha ancora indovinato chi è il sicofante che lo tiene sotto controllo per nostro conto;  cacchio, meglio della Stasi, magari avesse avuto Markus Wolf il sicofante dei topgonzi!  Peccato invece che l’anonimo commentatore a firma sig.Train abbia lasciato in Rete evidenti tracce di sé, delle quali possediamo adeguata documentazione, che però esporremo più in là:  per il momento basti sapere che dette tracce si riferiscono ad uno sforzo quanto mai democratico di divulgazione culturale.

Annunci
17 commenti leave one →
  1. 05/11/2011 3:17 pm

    L’alluvione ha colpito Genova, che sarebbe anche la sua città, e questo qui che non ha un tubo da fare, scrive castronerie che riguardano me e Galatea.
    E’ proprio un imbecille.

  2. 05/11/2011 3:43 pm

    Ben detto, Jazz.

    PS: presto ci occuperemo anche di marcoz.

    • 05/11/2011 5:45 pm

      Anche quest’altro non scherza per manifesta imbecillità: parsifal
      4 novembre 2011 at 17:12

      “Gli scacchi, Marcoz, gli scacchi. Maestri di strategia e di tattica.”
      Chi sarebbero i maestri di strategia e di tattica? Il gioco? Non si capisce cosa voglia dire.

    • Marcoz permalink
      06/11/2011 8:41 am

      O-occuparsi di… me?!? Era ora, santiddio!
      Benché ormai mi fossi rassegnato a vivere nell’iindifferenza del macellaio, un peso mi opprimeva.
      Un grazie anticipato.

      • 06/11/2011 9:05 am

        Thorgen non ama i fiancheggiatori per questo motivo non ti risparmierà. Fosse dipeso da me, ti avrei ignorato.

      • Marcoz permalink
        06/11/2011 9:35 am

        Spietato come sempre. Un mito.

  3. 06/11/2011 2:01 am

    Allude – con quello che crede sarcasmo, ma è solo pubblica esibizione di idiozia – al fatto che tu giochi a scacchi, e loro ti avrebbero “battuto” in quanto maestri di tale gioco: penso con orrore, anche a giudicare dalla loro prolificità nel postare, a come e quanto lavorano codesti signori…

    • 06/11/2011 6:34 am

      Non mi hanno mai battuto, solo una volta ho giocato con uno di loro e ho vinto io. Di cosa si vantano questi scemi?

      • 06/11/2011 1:17 pm

        Di aver scoperto l’ “inganno” che avresti perpetrato ai danni loro e di Galatea, fingendoti loro col firmarti “sig.Train”; e di averti messo il non meglio identificato sicofante alle calcagna: detto elegantemente, un’esimia testa di cazzo, se esiste, visto il passatempo cui si dedica. Un po’ di figa, da quelle parti, non guasterebbe…

  4. 06/11/2011 9:18 am

    OT

    Non condivido affatto le cose che scrive il commentatore la Pizia di Apollo, però non si può pretendere che uno deve subire lo scherno dei padroni di casa e delle fiancheggiatrici senza che questo risponda per le rime.
    A quanto pare questo deve aver irritato parecchio il perspicuo che, ironia della sorte, “forte della posizione di tenutario del blog, raschia via i commenti sgraditi”

    “Sarà ineluttabile che noi banniamo questo sig.Pizia (trattasi, con ogni verosimiglianza, di maschio all’anagrafe). Continua, infatti, a pisciare fuori.
    Le spieghiamo per l’ultima volta, sig.Pizia: lei non è qui per innervosire gli ospiti, o punzecchiare i di loro capezzoli, o roba del genere. A parte il fatto che a fare queste cose non è molto bravo, non è, semplicemente, il suo ruolo. Qual è il suo ruolo? commnetare educatamente, anche in modo critico.
    Per oggi lei è bannato. Alle 23.59 sarà riammesso in prova.”

  5. 06/11/2011 1:12 pm

    “Benché ormai mi fossi rassegnato a vivere nell’iindifferenza del macellaio, un peso mi opprimeva”:

    Non attribuisca a noi le Sue disgrazie personali, sig.marcoz: il peso che avverte Le è connaturato.

    PS: la nostra indifferenza è quella che periodicamente regala dei commenti al Suo blog, ormai caduto in disgrazia.

    • Marcoz permalink
      06/11/2011 2:03 pm

      Sì sì, ok… Però veda di non farmi aspettare troppo il trattamento. Tuttavia, mi raccomando: che sia un post spietato ma non troppo lungo, dalla dialettica brillante e, soprattutto, con una bella chiusa (che è sempre la più difficile da trovare).
      Buon lavoro.

      (blog “caduto in disgrazia”, è bellissimo)

      • 06/11/2011 11:13 pm

        Questa di marcoz mi ricorda la storiella dello studente universitario che ha finito gli esami e va a chiedere la tesi al suo professore preferito:

        “Professore, vorrei fare la tesi di laurea con Lei: però vorrei che fosse breve, facile da realizzare e che desse molta soddisfazione”

        “Caro ragazzo”, risponde il docente, “sa che Le dico? Si faccia una sega! E’ breve, facile realizzare e dà molta soddisfazione.”

      • Marcoz permalink
        07/11/2011 6:36 am

        Analogia traballante.
        Qui è Lei, da solo, che se ne deve fare una. Per catturare la mia attenzione (soprattutto in questo periodo), deve saper destare il mio interesse fin dai primi momenti, quando cerca di farselo venire barzotto.
        In fondo, le seghe a cui tengo sono solo le mie.
        Quindi, in assenza di stimoli originali che incuriosiscano, non assisto a certi esercizi altrui fino in fondo.

        Buona settimana

  6. 06/11/2011 1:24 pm

    Quanto alla “Pizia di Apollo”, Jazz, era già da un po’ che volevo occuparmene, a breve le dedicherò un post: per ora mi limito a dire che ha fatto la fine che si annunciava da giorni e che meritano tutti i lacché, accoliti et similia dei loro degni ospiti.

    • 06/11/2011 2:01 pm

      Prima vengono usati strumentalmente quando dicono cattiverie sui cosiddetti fessi e poi vengono regolarmente gettati quando alzano la cresta.

  7. 07/11/2011 10:52 am

    Grazie per l’interesse marcoz, ma le seghe le lascio tutte a lei, che ne è notoriamente maestro: visto che ad esse ha dedicato un intero blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: