Skip to content

Da Jazztrain riceviamo e volentieri pubblichiamo: Teddy bear

15/11/2011
by

Teddy bear

“Teddy bear e’ la firma del topo.”

giovannifrancescosagredo

No, caro Giovannifrancescosagredo, teddy bear non è altri che il tenero e dolce orsacchiotto di peluche che piace tanto ai bimbi. A tal proposito cito un vecchio articolo del glorioso Derattizzatore apparso sul suo blog nel gennaio 2007 : “Teddy Bear è l’espressione inglese per orsacchiotto (orso giocattolo, di pezza o di peluche). Si ritiene che l’espressione venga da un episodio accaduto al Presidente degli Stati Uniti Theodore Roosevelt, soprannominato “Teddy”, che aveva l’hobby della caccia grossa. Nel 1902, durante una battuta di caccia all’orso lungo il fiume Mississippi, Roosevelt si rifiutò di sparare a un cucciolo di orso bruno della Louisiana. Il cucciolo era stato braccato dai cani e legato a un albero dagli assistenti del presidente, pronto per essere ucciso. Roosevelt si indignò, dicendo che sparare a un orso in quelle condizioni non sarebbe stato sportivo, e ordinò che l’animale fosse liberato. La scelta di Roosevelt fu particolarmente apprezzata perché in quella battuta di caccia (come pare accadesse spesso al presidente) egli non riuscì poi ad abbattere nessun orso, tornandosene a casa senza alcun trofeo. La notizia giunse ai quotidiani, che soprannominarono l’orso “Teddy Bear”.
(dall’enciclopedia Wikipedia)

http://topgonzodevemorire.ilcannocchiale.it/2007/01/15/teddy_teddy_bear_teddy_merd.html

Annunci
5 commenti leave one →
  1. jazztrain1 permalink
    15/11/2011 8:21 pm

    Simpatica storiella, vero?

    😉

  2. 15/11/2011 8:42 pm

    Bella differenza col teddy di Topgonzo, al quale non risparmieremmo certo lo sparo in faccia: quello di una sonora scoreggia (dal nostro culo, of course), trattandosi del solo linguaggio che la bocca/ano dei topgonzi sa usare.

  3. jazztrain1 permalink
    15/11/2011 9:09 pm

    Gli darei lo Zamax! 😉

  4. 15/11/2011 10:58 pm

    Non credo che lo Zamax sarebbe molto d’accordo sull’entrare in quelle putride viscere: a parte che sarebbe indeciso su quale orifizio scegliere, vista in questo caso la loro nota interscambiabilità…

    • 16/11/2011 5:50 am

      Se non fosse così acido e inutilmente aggressivo, sarebbe il più divertente del gruppo. Non sai le risate che ho fatto quando ha analizzato a modo suo una partita di scacchi mai disputata, nella quale si è persino arbitrariamente spacciato Ispettore:“Orbene, lo stato a cui è rimasta la partita, è quello del post qui sotto, intitolato, appunto, “Ecco la prima mossa”, che gli intenditori di scacchi sanno essere una delle più pregevoli ouverture [una delle più pregevoli ouverture? Cosa aveva bevuto quel giorno?]: l’apertura Van’t Kruys [1 e3!? Un’apertura giocabile, ma un po’passiva per il Bianco perché non crea problemi al Nero]. Fino ad autoproclamarsi vincitore, dopo averci accusati di aver barato [guarda un po’, chi l’avrebbe mai detto? Lo sanno tutti che non barano, non taroccano, non imbrogliano, non manipolano mai i commenti; tsk, tsk, tsk, poveri figli ingiustamente calunniati da questo perfido cattivone che osa mettere in dubbio la loro specchiata onestà e la loro proverbiale correttezza], cambiando l’apertura Van’t Kruys (1 e3) in apertura Barnes (1 f3).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: