Skip to content

Ieri il sig. red.cac.

13/12/2011
by

ci ha confessato d’essere rimasto alla fase anale:  prima ha rifiutato categoricamente la cortese proposta di un Imodium da parte del sig. erasmo;  poi, stufo delle solite vecchie oloturie, da anni saldamente ospitate nel suo umanistico asshole, ha chiesto ancora una volta a Odean Pope il suo sax, che il Nostro crede chissà perché inserito nel didietro di Jazztrain:  ma il vecchio sassofonista è stato categorico: “Why the fuck you want my saxophone, ugly depraved?”.

Annunci
8 commenti leave one →
  1. 14/12/2011 6:29 am

    Il vero Odeon Pope, non quello strumentalizzato dal perspicuo Erasmo.

    Un brano funky intitolato Mwalimu.

    • 14/12/2011 6:38 am

      Che io sappia è la prima volta che il perspicuo Erasmo esprime in modo così plateale il suo forte dissenso nei confronti delle sparate eccessive del suo compare. Non si era mai verificato simile episodio in tanti anni di gloriosa militanza. Uno screzio può starci dopo aver condiviso per lungo tempo un felice “matrimonio”, ma a volte anche nelle coppie più felici potrebbe aleggiare lo spettro del divorzio.

  2. Tito Lucrezio Caro permalink
    15/12/2011 5:19 pm

    Guardi, a me basterebbe che quel sig. red.cac., dopo aver deturpato la mia opera, la smettesse di produrre cacata charta.

  3. Gaio Valerio Catullo permalink
    15/12/2011 5:26 pm

    Visto che l’esimio collega mi cita, anche se indirettamente, dirò che io con quel personaggio sono già da tempo sul chi vive, e ho detto tutto…

    • Tito Lucrezio Caro permalink
      16/12/2011 12:07 am

      Cazzo, stanotte non riesco proprio a dormire, sto pensando a quel caprone che mette mano ai nostri capolavori: dopo averci fatto chissà che cosa, con quelle mani…

      • Gaio Valerio Catullo permalink
        16/12/2011 12:11 am

        Consolati, caro amico: quaggiù sono tanti i colleghi che gliela vogliono far pagare…

  4. 15/12/2011 9:12 pm

    “P.S.
    Avrei dovuto mettere due emoticon alle 3:31 e 3:45? Ho paura che il sig.Train e il suo entourage mi accusino di sfruttamento, disastro colposo e diffusione di epidemie.” :

    Non si preoccupi, sig. erasmo, noi non infieriamo mai: è lei che si accusa da sè, di idiozia totale.

  5. 16/12/2011 1:34 pm

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: