Skip to content

Hanno scritto alcuni giorni fa i

17/06/2012
by

topgonzi: “Il cerchio si stringe, sig.Train. Noi ci stiamo accollando disciplinatamente i rincari della benzina per pagarle lo stipendio, ma che succede se ci mettiamo tutti d’accordo e lasciamo la macchina in garage?“:

Che ne direbbe invece il sig. cac. di cominciare a pagare regolarmente le rate dell’auto? La sua  finanziaria si è rotta il cazzo di fargli credito.

Annunci
27 commenti leave one →
  1. jazztrain1 permalink
    17/06/2012 8:25 pm

    Si dice che i genovesi siano un po’ tirchi. Saranno sicuramente malevoli pregiudizi.

    • 18/06/2012 8:02 pm

      Il sig. cac. continua fare il tirchio, anche se non si accontenta più dei letti genovesi*.

      *Citazione. No, lei sor Parsifal lasci stare, non sapendo notoriamente un cazzo di niente.

  2. Per sorridere un po' permalink
    18/06/2012 6:09 am

    Mi ricorda la vignetta di Bort che appare ogni settimana sulla Settimana Enigmistica intitolata le ultime parole famose:

    C’ERAVAMO TANTO AMATI

    “teddy (vice aggiunto – precario fin dal ’68)

    parsifal (serio, molto serio).”

  3. Non sono bravi a copiare ed incollare permalink
    18/06/2012 11:50 am

    Una delle fissazioni principali dei maniaci di topgonzo sarebbe quella di utilizzare pseudocitazioni che attribuiscono a Jazztrain e a Top Ganz con lo scopo di deriderli. Leggendo alcune citazioni, mi sono accorto che questi non sono capaci di fare un semplice copia ed incolla e che stravolgono completamente il significato di un ragionamento. Infatti hanno scritto questo passo: “la sconfitta determinante di Keres contro l’americano Benko che relegò per la terza volta consecutiva il grande giocatore estone di conquistare per l’ennesima volta la seconda posizione. JT”

    Sono andato a vedere ed ho fatto questa interessantissima scoperta, Jazztrain ha scritto: “Un torneo nel quale non mancarono le polemiche (la prima fu quella di Fischer che accusò i sovietici di fare gioco di squadra e in questo l’americano non aveva tutti i torti) e le dietrologie (la sconfitta determinante di Keres contro l’americano Benko che impedì al grande giocatore estone di vincere il torneo dei candidati al titolo),”

    I casi sono due: o non sanno copiare o sono dei manipolatori. Ai lettori il giudizio.

    http://jazztrain1.wordpress.com/2011/07/23/curacao-1962/

  4. Non sono capaci d' interpretare i commenti di Jazztrain permalink
    18/06/2012 12:04 pm

    Un’altra citazione che criticano a Jazztrain è questa: “Thelonius Monk una volta chiese a un suo batterista che per imparare a suonare un brano prima doveva suonarlo giusto, poi sbagliato.” In realtà Jazztrain cita una intervista fatta al famoso batterista Ben Riley che per anni militò nel quartetto di Monk e che raccontò ad un giornalista cosa gli diceva il famoso pianista su come interpretare i brani. Gli disse che prima doveva imparare a suonarli giusti e poi suonarli sbagliati intendendo dire in realtà che prima bisognava “imparare l’arte e poi metterla da parte.” Non solo, aggiunse che una volta durante la registrazione di un brano chiamato, guarda un po’ Ugly Beauty (Brutta-Bella) [a quanto pare Monk amava gli ossimori], decise di scandire il tempo in 3/4, Monk ovviamente apprezzò.

    • Top Ganz permalink
      18/06/2012 5:53 pm

      Guarda caso, Thor, i mentecatti citano (ammesso che il verbo sia nella fattispecie veramente corretto) frasi artatamente monche o zoppe, nel totale oscuramento del contesto da cui provengono, all’uopo guardandosi sempre bene, tra l’altro, dal menzionarne le fonti. La qual cosa rende insulsa e priva di significato qualunque pretesa citazione, ma loro non se ne rendono conto.
      Il fatto è che, quand’anche citassero le fonti, i loro assidui e trinariciuti frequentatori non disporrebbero di materia grigia, buon senso e quindi onestà (che in effetti non opera mai in assenza di un minimo d’intelligenza) sufficienti ad indurli a verificarle. Loro, come diceva quella santa anima di Totò, s’aggregano a prescindere. A prescindere da ogni virtù (intelligenza e interesse per la verità, essenzialmente) che rende gli uomini tali.
      I loro post, effettivamente, non sono che pastoni da ingrasso destinati ai palati fognari di irrecuperabili teste di cazzo che solo un folle o un gonzo-al-top pretenderebbe di allevare con intento pedagogico.

      • 18/06/2012 6:27 pm

        Certe volte mi chiedo cosa trovano di comico in frasi come queste che ho trovato in quella che dovrebbe essere la “colonna infame.” “c’è stato anche il genio Bobby Fischer che per quanto riguarda lo stile scacchistico, non possiamo considerarlo come un giocatore alla Alekhine, né alla Tal.” Non pensavo che un giudizio tecnico ampiamente condiviso dalla maggioranza degli addetti ai lavori potesse suscitare il riso del Sor Erasmo e company. Chissà se un giorno lo spieghera?

        P.S. TG, hai saputo? la blogosfera è sconvolta dal litigio tra Parsifal e Teddy Bear.

      • 18/06/2012 8:06 pm

        TG, tra le disgrazie che la Natura matrigna ha voluto infliggerci purtroppo c’è anche la piaga dei topgonzi.

      • Top Ganz permalink
        21/06/2012 10:56 am

        Che possa aver sconvolto l’intera blogosfera mi pare un po’ inverosimile, ma la cosa mi incuriosisce abbastanza. Com’è com’è?

      • jazztrain1 permalink
        21/06/2012 5:26 pm

        Leggi qua, non ci crederesti mai.

        http://topgonzo.wordpress.com/2012/06/07/blowing-a-columbine-up/

    • Ahahahahaha quel povero fesso del sig. Erasmo permalink
      18/06/2012 6:52 pm

      Il Sor Erasmo si è assai risentito:”Davvero opportuna questa precisazione, sig.Train. Si consulti col suo reggicoda, che le spiegherà come mai la sua frase è stata usata come citazione. Una volta capito, lei potrà andare a correggere, e tornare qui strillando che abbiamo taroccato la sua frase.”

      Sor Erasmo, lei deve essere un po’ duro di comprendonio, le ripeto ancora una volta che non sono il sig. Train. Chi conosce e ama la musica jazz, mentre lei, Sor Erasmo, la ignora del tutto, sa benissimo che Thelonious Monk era un musicista eccentrico e geniale e diceva volutamente cose paradossali. Se lei ignora la storia del jazz si astenga dal commentare, fa miglior figura quando parla del gesticolar
      dei direttori d’orchestra (il gesto, il gesto [a chi, a tua sorella Sora Erasma?]), in quel caso fa sbellicare dalle risate.

  5. 18/06/2012 8:10 pm

    Purtroppo il sottoscritto non potrà spiegare a Jazztrain una cosa così imbecille come l’imbecillità del sig. erasmo.

  6. Il grado d'imbecillità dei topgonzi è infinitamente grande permalink
    19/06/2012 5:06 am

    Sor Erasmo non ci sta a passare per bugiardo e scrive con tono indignato questa frase: “Una volta capito, lei potrà andare a correggere, e tornare qui strillando che abbiamo taroccato la sua frase.”Peccato che un suo compare di merende smentisca senza volere la frase del sig. Erasmo, infatti alle 3.00 di notte circa appare un commento palesemente taroccato firmato sig. Train: “Thelonius Monk una volta chiese a un suo batterista: “Per imparare a suonare il piano devi prima suonarlo giusto, poi sbagliato?”.
    In realtà io cito una intervista fatta al famoso batterista Jerry Scott che per anni militò nel quartetto dei Monk e che raccontò ad un giornalista cosa gli diceva il famoso pianista quando gli insegnava a suonare i brani. Gli disse se prima doveva imparare a suonarli giusti e poi suonarli sbagliati intendendo dire in realtà se prima bisogna imparare l’arte poi metterla da parte.
    Ma era un bel tipo, Thelonius: aggiunse se una volta durante la registrazione di un brano chiamato, guarda un po’ Ugly Beauty (Brutta-Bella, traduco per voi topgonzi) [a quanto pare amava i osimmori],
    decise di scandire il tempo in 3/4 e se Monk ovviamente apprezzò.
    Capitto avete?”

    Si, abbiamo capito che siete dei grandissimi bugiardi, degli imbecilli poveri di spirito e che fate pena quando taroccate i commenti a vostro uso e consumo spacciandoli per citazioni originali. Fessi e persino disonesti.

  7. segnalo un interessante dialogo permalink
    19/06/2012 7:05 pm

    avvenuto nel blog di Marcoz tra un commentatore ed uno della redazione di topgonzo.
    Marcoz fa fino in fondo la parte del viscido fiancheggiatore.

    http://ilfinegiustificailme.wordpress.com/2012/06/19/anche/#comment-5690

  8. Un comico strafalcione permalink
    19/06/2012 7:26 pm

    dell’immensa supervisora: “Beh, alle evidenze scienifiche bisogna proprio arrendersi!”

  9. Chi potrebbe essere permalink
    20/06/2012 8:38 pm

    il supponente imbecille che scrive un commento come questo? ” Avevo visto il post, qualche giorno fa. Sono tornato, e ha 100 commenti. Non li ho letti e non mi piacciono.”

    Il sior Erasmo naturalmente, chi altri è così arrogante da scrivere un commento simile?

  10. La banalità del male permalink
    22/06/2012 5:05 pm

    Non li ho letti e non mi piacciono.” Così dice con orgoglio il sior Erasmo. Potrebbe far suo anche questo motto: “Non conosco, perciò disprezzo.” Ecco un commento nel quale il sior Erasmo rivela ancora una volta tutte le sue peggiori qualità in un colpo solo. Tutto è nato da un commento di Jazztrain che esalta giustamente un grande giocatore del passato come Paul Keres: “Partite di altissimo livello commentate da un giocatore grande e sfortunato come l’estone Paul Petrovich Keres (1916-1975), più volte Candidato al titolo mondiale, vincitore del mitico torneo AVRO 1938, Keres è stato un giocatore che dal 1938 sino al 1965 è stato uno dei più forti del mondo anche se non è mai riuscito a conquistare l’alloro mondiale. La visione di queste partite commentate in modo splendido dall’autore è consigliata sia a chi volesse iniziare nella pratica del gioco degli scacchi, sia a chi pratica da lungo tempo attività scacchistica.”

    Poteva mancare l’inutile intervento del Sior Erasmo? Certamente no. Ecco un commento che lo qualifica ancora una volta per la sua gratuita cattiveria nei confronti di un giocatore che non conosce: “.Grazie per il suo contributo, sig.Train. Ma ci dica: perché sfortunato? l’hanno beccato in un appartamento non suo, mentre riempiva un sacco? No, forse ci confondiamo con altro atleta di origine baltica.”

    Non c’è altro da aggiungere, fa veramente pena.

  11. Ve lo immaginate il sior Erasmo permalink
    22/06/2012 5:17 pm

    che segue una partita in diretta di scacchi o di dama internazionale?

    Senza pudore il Sior Erasmo, non consapevole di sfidare il ridicolo, scrive: “E non sa cosa faccio quando in TV c’è un torneo di scacchi, o della regina dei giuochi, la dama internazionale che si giuoca con una scacchiera a 100 caselle, cioè 10 per 10.”

    Bravo Sior Erasmo, fa piacere vedere uno come lei che segue in diretta via internet le partite dei più importanti tornei del mondo delle 64 e delle 100 caselle. Magari un giorno potrebbe iscriversi al Caruana fan club e fare un tifo fracassone per le imprese del nostro fuoriclasse come a suo tempo lo faceva per il Milan e per il suo attuale Proprietario prima e dopo che è entrato in politica. Però vorrei farle una domandina cercando di emulare il suo inimitabile stile fognario. Lei è capace di capire il giuoco degli scacchi e della dama internazionale? Da quello che si dice in giro sembrerebbe proprio di no.

  12. Ormai, fuori tempo massimo, permalink
    22/06/2012 6:58 pm

    il Sior Erasmo prende le distanze dal berlusconismo. http://topgonzo.wordpress.com/2012/06/22/crepuscolo/

    Però di tanto in tanto appare qualche perla: “Nonostante abbia qualche anno di meno, ancor più fuori del suo tempo e riottoso ad ammetterlo appare il sig.Berlusca. La cosa si spiega, probabilmente, col fatto che solo pochi anni fa si sentiva amato e vincente. Sul vincente non si può discutere.”

    Vero Sior Erasmo, non a caso fu il suo biglietto da visita in politica : ” Quante Coppe dei Campioni ha vinto questo Spaventa?” Se lo ricorda?

    Sior Erasmo, la politica non è il Campionato di Serie A, e il PDL non è il Milan di Sacchi.

    Dimenticavo, lo considera vincente anche in occasione del Lodo Mondadori, della vicenda SME, All Iberian e di tutti gli scandali che lo hanno visto convolto?

  13. Il dissenso non è solo tra teddy e parsifal permalink
    22/06/2012 9:05 pm

    Il sior Teddy è irritato anche con il Sior Erasmo, è evidente che all’interno del nucleo storico ci siano tensioni personali che stanno a poco a poco emergendo, leggete qua: “teddy
    22 giugno 2012 at 20:52

    Infatti, il Sig.Monti si incazzò con quella papera della Marcegaglia, mica col WSJ.
    Quanto al lurido foglio di Murdoch, è quello che, mentre i BTP stavano per non essere più accettati nelle stanze di compensazione bancarie (il famoso baratro di cui nessuno parla,
    forse per malafede o, più probabilmente, per ignoranza), magnificava la politica economica di un Berlusconi morente, abbandonato a se stesso dal suo ministro dell’economia.
    Ancora ieri, o ieri l’altro, ha ripreso a tirare la volata al Cavaliere. Favori tra oligopolisti dell’informazione, of course. Non a caso è il paper più amato da Giuliano Ferrara. Alla faccia dell’imparzialità.

    Replica
    Erasmo
    22 giugno 2012 at 21:49

    Beh, ex collega, lei vede le cose da angolazioni un po’ particolari. Innanzitutto, la questione non è se WSJ sia un buon giornale, quanto piuttosto che il sig.Monti tenga moltissimo a ciò che WSJ scrive. Anzi, peggio è WSJ, più discutibile è Monti a dargli importanza. E che gli dia importanza è provato da quella lettera, che mai ha scritto ai giornali italiani che lo criticavano.
    Quanto a una presunta alleanza fra Murdoch e il Berlusca, davvero la vede solo lei. Sono anni che Sky è coccolata dai DS-PD.
    Che poi Ferrara abbia scimmiottato l’impostazione grafica del WSJ, questa è roba degli anni ’90.

    teddy
    22 giugno 2012 at 22:35

    Ribadisco ciò che forse non si è capito: secondo me, al sig. Monti frega poco di ciò che scrive il WSJ. Si incazza con ragione, a mio avviso, se un presidente di confindustria decaduto, si avventura a rilasciare interviste in cui lo attacca, formulando, per altro, considerazioni di segno opposto a quelle manifestate dal suo successore e dalla cordata che lo ha portato alla presidenza.
    E’ un’angolazione particolare? Forse, ma a me sembra anche piuttosto razionale.
    Quanto ai rapporti privilegiati tra Berlusconi e il WSJ, auspice, tra gli altri, Giuliano Ferrara, è cosa nota. Mi meraviglia che Lei si sia perso il passaggio. Quanto al resto, WSJ e Sky sono strumenti diversi, con finalità e strategie diverse, anche se il padrone è lo stesso.

    http://topgonzo.wordpress.com/2012/06/22/ahio/#comment-21391

  14. Un incredibile commento del Sor Erasmo permalink
    22/06/2012 9:28 pm

    Dice il Sior Erasmo: “Secondo me, sig.Train, l’unica tensione personale è quella del Suo membro virile, al cospetto delle badanti [una volta non si chiamavano meretrici?] di red.cac.
    Si dia da fare, e vedrà che si troverà più rilassato.”

    Se questa non è parafilia, ditemi voi cos’è.

  15. E' proprio vero, la toppa è peggiore del buco permalink
    22/06/2012 9:53 pm

    persino il suo compare di merende si è accorto che l’ultimo commento del Sor Erasmo poteva lasciare qualche perplessità, e anche lui senza rendersene conto scrive un commento che si presta ad un’altra interpretazione intorno alle parafilie dei topgonzi:”Vede, sig. Train, Lei accusa sempre l’ex collega Erasmo di essere malevolo e ottuso mentre tra noi è il più buono e perspicace nei suoi confronti.
    Ad esempio, quel “membro virile” è frutto della sua bontà, visto che ormai più che un membro è una pelantega spelacchiata e avvizzita. E Lei gli dà del malevolo.”

    Non pensavo che il membro virile di Jazztrain sia in fase eretta che in fase “dormiente” suscitasse tante accese discussioni tra il Sior Erasmo e il Sior Red.

  16. 23/06/2012 7:34 am

    Buondì Thorgen, hai visto cosa sta succedendo in quel di Fognolandia? Ho il sospetto che questi qui ostentino preoccupanti problemi comportamentali.

    Il fondatore, sia per la sua età che per i suoi comportamenti, non è altri che il classico Dirty Old Man; il suo degno compare è sicuramente un misogino, mi sembra sessualmente immaturo e mi par di capire che non ha un rapporto felice con le donne (mi sono state raccontate da alcuni “sicofanti” delle interessanti storielle sul suo conto e che ovviamente rimarranno segrete); l’altro pensa alla Madonna e del gentil sesso non gli importa un fico secco; l’ultimo pur essendo sposato, pur avendo figli, nipoti etc.. non deve aver avuto una vita coniugale felice.

  17. Giustamente si dice chi disprezza compra permalink
    23/06/2012 9:52 am

    Non fanno eccezione gli avarissimi topgonzi i quali, a furia di disprezzare tutto quello che fa il loro mortale nemico Jazztrain, rivelano ancora una volta al mondo intero la loro miserabile taccagneria.

    Topgonzi, siete forse dei morti di fame?

    http://topgonzo.wordpress.com/2012/06/23/riceviamo-e-proni-pubblichiamo/#comments

  18. Ahahahahahah, il sior Erasmo è proprio un imbecille permalink
    23/06/2012 10:09 am

    Grazie di esistere:”Siamo reduci dal supermercato. Al banco del pesce, per il prezzo di un pompino alla periferia di Entebbe, c’erano delle carcasse immonde, recanti un cartello: “Suri”.”

    Nessuno sano di mente andrebbe in un supermercato a comprare del pesce, a maggior ragione il pesce azzurro che notoriamente tende a deteriorarsi più facilmente. Sarebbe più logico andare in una pescheria e comprarlo fresco, ma il sior Erasmo pur di risparmiare se lo farebbe mettere persino in quel posto.

    Addendum: Sior Erasmo, la prossima volta vada in pescheria. Legga questo e non dica per cortesia non l’ho letto, non mi piace.

    http://laceliacapasticciona.blogspot.it/2011/01/filetti-di-sauri-al-forno-con-patate.html

    • 23/06/2012 5:29 pm

      Purtroppo per lui il sig. erasmo i pompini se li sogna: è talmente sfigato da non riuscire a farsene fare uno neanche alla periferia di Entebbe.

  19. La malafede del Sior Erasmo permalink
    23/06/2012 10:49 am

    Il Sior Erasmo I: “Non ha però negato che dalle sue parti si respirasse anche l’aria di Totò Riina, Bernardo Provenzano, Matteo Messina Denaro, i sigg. Lo Piccolo, eccetera. Inoltre, stando all’Asinara, sicuramente avrà respirato l’aria di un sacco di 41bis, anche se il sig.Conso ha alleggerito il numero di polmoni e bronchi da quelle parti. Insomma, per farla breve: il sig.Train, una volta ripreso, ha graziosamente concesso che la cultura delle sue parti è fatta non solo di antimafia, ma pure di mafia. Quale sia il rapporto numerico, non saremo noi a dirlo. Ma mi sa che, nella media, l’atmosfera puzza un pochino, e non di violetta.”

    http://www.ilcannocchiale.it/comments/2684599

    Il Sior Erasmo II: “Non sia duro con lui, ex collega. Il sig.Train dà, è vero, il peggio di sè quando lancia avvertimenti. Ma non è un mafioso.”

    Ai posteri l’ardua sentenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: