Skip to content

Chi di fesso colpisce…

25/06/2012
by

E’ ovvio che solo dei cretini inguaribili sentirebbero il bisogno di giustificarsi per qualsivoglia ragione con quelli che considerano dei fessi, e con dovizia di spiegazioni, per giunta:  ma a quanto pare capita  anche questo.

ADDENDUM:

In effetti i suddetti cretini sono arrivati proprio al punto ove noi li si voleva portare, ossia allo spiegare con sollecitudine e abbondanza di argomentazioni il perché e il percome di loro contrasti (dei quali in realtà non c’importa una cippa), coprendosi così di ridicolo. Basti leggere in proposito il florilegio di spiegazioni delle quali è infiorato il post topgonzico, e che Top Ganz ha richiamato nel suo commento di oggi. Grazie per il divertimento. Fessi.

PS: siamo quasi certi di sapere quale sarà – se ci sarà – la reazione dei topgonzi a questo nostro post.

 

ADDENDUM II:

Come temevamo per loro, la risposta che speravamo arrivasse dai nostri cretini non è arrivata: avrebbero infatti potuto tranquillamente sostenere che il loro post di spiegazioni e i relativi commenti avessero apposta un tono così serio, cioè fossero una trappola per prenderci per il culo, e ridersela tra loro. Invece no, le intenzioni erano proprio serie. Peccato, occasione sprecata. Cretini.

Annunci
17 commenti leave one →
  1. Top Ganz permalink
    26/06/2012 8:31 am

    Bè, Thor, come si dice in questi casi (è cosa ovvia ma qualcuno deve pur dirla per primo): excusatio non petita, accusatio manifesta.

    “… l’amicizia, la stima, l’affetto che lega i componenti della ex redazione, non potranno mai essere posti in discussione dalla diversità delle idee”.
    E sti cazzi?

    “… ciò che ci lega è ad un tale livello che non tentiamo neanche di spiegarvi, per non mettervi in difficoltà”.
    E sti cazzi? (e sono due)

    “… continueremo a baruffare, come vorremo e quando vorremo, sulle cose che non condividiamo” .
    E sti cazzi? (e sono tre)

    “… se questo blog dovesse chiudere, sarà soltanto perché voi, fessi, ci siete venuti a noia. E’ molto improbabile che questo accada ma, se per colpa vostra dovesse verificarsi, l’amicizia che lega i componenti della ex redazione non ne soffrirà minimamente. se questo blog dovesse chiudere, sarà soltanto perché voi, fessi, ci siete venuti a noia”.
    E sti cazzi? (e sono quattro)

    Scusa, Thor, ma sentivo il dovere di soddisfare le attese di Sua Festività Frine, con la quale a sua volta mi scuso della stringatezza della mia esegesi: gli è che il post, in effetti, non ispira proprio null’altro, sebbene naturalissimamente, che l’interrogativo più volte predetto.

  2. 26/06/2012 11:23 am

    Caro Top, grazie per l’intervento: tra parentesi, quel che nei giorni scorsi ci si proponeva di ottenere, da parte mia e di Jazztrain, è stato raggiunto, tra poco pubblicherò un addendum in proposito. Quanto alla sig. ra frine, ha tutta la nostra pietas: ad onta del suo prestigioso nick, è ridotta ad amante dei topgonzi; ma in compenso conserva il colorito giallo, e appena può gracida allegramente (ecco, così il sig. cac. può tirarsi un bel raspone).

  3. 26/06/2012 11:47 am

    Spicca fra tutti, nel post dei topgonzi e i relativi commenti, questo periodo, dal tono di alta partecipazione sentimentale:

    Avendo un’idea precisa delle vostre modestissime qualità umane, sappiamo quanto sia per voi difficile comprendere che l’amicizia, la stima, l’affetto che lega i componenti della ex redazione, non potranno mai essere posti in discussione dalla diversità delle idee. Accontentatevi di sapere che ciò che ci lega è ad un tale livello che non tentiamo neanche di spiegarvi, per non mettervi in difficoltà.“.

    • 26/06/2012 4:54 pm

      “Accontentatevi di sapere che ciò che ci lega è ad un tale livello che non tentiamo neanche di spiegarvi, per non mettervi in difficoltà.“.

      E chi se ne frega.

    • Top Ganz permalink
      26/06/2012 5:53 pm

      La cosa curiosa è proprio questa: che loro vorrebbebero (ma “non tentano nemmeno di spiegraci, per non metterci in difficoltà”) spiegare a noi quel che invano noi abbiamo fatto loro ripetutamente presente per anni e anni. Cioè che dovrebbero imparare ad aver meno paura delle opinioni altrui e smetterla finalmente di nascondersi e chiudersi nel branco, liberandosi così definitivamente della sindrome da complesso di inferiorità che li porta a ritenere sommamente pericoloso confrontarsi, da soli a soli, col mondo.

      Il goffo e impacciato tentativo di sminuire, sin quasi a smentire l’alterco in esame rappresenta così, da parte loro, null’altro che un’ennesima e chiarissima manifestazione della sindrome da proiezione psichica che, sia pure con intensità variabile da soggetto a soggetto, affligge tutti i gonzi al top. In altri termini, quel bisticcio da lavandaie, lungi dal non aver lasciato segni, proprio perché avvenuto all’interno del branco, deve aver sconvolto non poco la serenità e il senso di sicurezza di un po’ tutti i membri gregari della fogna. In particolare dei diretti interessati e, tra i due, del buon Pardipalle, il più giovane (o almeno uno dei più giovani) fra tutti, il meno scafato, e quindi quello che meno di tutti poteva immaginare che neanche l’ambito gregario – oddìo, neanche il branco! – rappresenta una garanzia contro il rischio del confronto paritario dei punti di vista, eventualità temutissima da ogni gonzo di quella miserabile latrina. E da ogni imbecillotto presuntuoso loro pari, abituato a straparlare in situazioni in cui risulta pressoché azzerata la probabilità di dissenso.

      Fra altre, ho anche netta l’impressione che già da tempo andavano colmandosi, oltre il livello di guardia, i coglioni di di Teddy Smerda e degli altri vecchi gonzi al top a forza di ritrovarsi nel blog le tirate macina-palle del logorroico e pur buon (non per nulla) Pardipalle.

  4. 26/06/2012 6:15 pm

    “In altri termini, quel bisticcio da lavandaie, lungi dal non aver lasciato segni, proprio perché avvenuto all’interno del branco, deve aver sconvolto non poco la serenità e il senso di sicurezza di un po’ tutti i membri gregari della fogna.”

    Non c’è dubbio e i motivi sono questi:
    1) è avvenuto pubblicamente ed è difficile negarlo anche se cercano goffamente di minimizzare l’accaduto;
    2) entrambi si sono scambiati pesanti accuse personali;
    3) non se l’aspettava nessuno e credo che non se l’aspettassero nemmeno gli altri membri del branco.

    Quello che trovo divertente in questa triste vicenda che ora smetteranno una volta per tutte di essere autoreferenziali e di non scrivere più frasi idiote quali: “Ottimo post, complimenti ex collega, lei è un genio!”

    Addendum: il diavolo fa le pentole e non i coperchi: “Era ora, sig.Train. Finalmente ci ha elargito la sua caccola.
    Lo sa che qualcuno di noi voleva iniziare uno sciopero del membro? “finché non ci date la caccola del sig.Train, noi lo usiamo solo per pisciare”
    Badanti preoccupatissime.”

    Non me ne può fregar di meno; vorrei ricordare ad Erasmuccio una cosa: deve imparare l’abc del copia e incolla, perché nel suo maleodorante blog latrina ha messo insieme quello che ha scritto Top Ganz con quello che ho scritto io. Incapace e Fesso!

    • Top Ganz permalink
      27/06/2012 8:28 am

      Aggiuncici che il Gattapelata mi attribuisce un’affermazione che in effetti, ove trovasse una sola ombra di riscontro, risulterebbe obiettivamente contraddittoria. Secondo il Nostro io accuserei il suo immondo gregge di esercitarsi in “continui ‘alterchi'”, il che destituirebbe di ogni senso la mia analisi precedente circa le ragioni dell’abbrancarsi e il carattere eccezionalmente traumatico dello screzio intervenuto fra Teddy Smerda e il buon Pardipalle. Ma cosa vuoi, la difficoltà di comprendonio del Gattapelata è cosa piuttosto accertata e nota in letteratura.

      • 27/06/2012 5:34 pm

        Lo sai bene, cerca sempre di cambiare le carte in tavola.

  5. Se questa è una signora permalink
    26/06/2012 7:57 pm

    Tutti sanno quanto sono maleducati e volgari i topgonzi, sin qui nulla di strano, però nessuno avrebbe mai pensato che una donna ammiratrice dei topgonzi fosse ai livelli di una vajassa e che avrebbe superato in rozzezza e cafoneria persino i suoi adorati maestri: “Eh, eh, Erasmo ha sempre ragione: “testa di train” è bellissima!”

    Che stile, che classe, non c’è che dire, siamo di fronte ad una gran signora che ha appena emanato un rumoroso rutto.

    • 26/06/2012 8:29 pm

      A me invece piacciono molto “testa di frine” e “testa di erasmo”: propongo di inserirle nel frasario di questo blog.

      • 26/06/2012 8:40 pm

        Volgarità per volgarità. Visto che il livello è decisamente basso, non mi sottraggo a dire una tantum la mia volgarità; consiglierei ad Erasmo a mostrare il suo cosiddetto membro, non alle prostitute che lui chiama erroneamente badanti, semmai alla gentilissima signora, così lei potrebbe finalmente dire:”Eh Eh Erasmo ha sempre ragione!”

        P.S. Non vi arrabbiate,per cortesia, lei gentile signora e lei sig. erasmuccio, siete fatti l’una per l’altro perché entrambi appartenete alla stessa materia organica.

  6. 26/06/2012 8:46 pm

    Erasmo

    26 giugno 2012 at 20:34

    Era ora, sig.Train. Finalmente ci ha elargito la sua caccola.
    Lo sa che qualcuno di noi voleva iniziare uno sciopero del membro? “finché non ci date la caccola del sig.Train, noi lo usiamo solo per pisciare”
    Badanti preoccupatissime.

    Eh sì, già per le suddette badanti riuscire a far alzare anche di poco i membri in questione dev’essere impresa ardua, figuriamoci se devono anche aspettare i commenti di Jazztrain.

  7. Erasmo cià sempre ragione permalink
    27/06/2012 3:43 am

    Lo conferma questo video nel quale vediamo il Sior Erasmo esprimere in pubblico la sua raffinata dialettica durante un pranzo di redazione. Un gran successone per il Sior Erasmo

  8. 27/06/2012 10:22 am

    Paoletta

    27 giugno 2012 at 11:44

    signor Train, visto che non le riesce di trovarsi una donna, cerchi almeno di farsi degli amici“.

    sig.ra Paoletta, visto che non le riesce di trovarsi degli amici, cerchi almeno di farsi un uomo.

    • 27/06/2012 5:24 pm

      Gentile Signora Paoletta, è un problema suo, non mio, se lei crede alle balle che le raccontano sul mio conto dei vecchi depravati come i suoi compari di merende. Non parlo della mia vita privata e non ho alcuna intenzione di farlo. Non vedo per quale motivo sig. Paoletta si permetta di darmi consigli che non le ho richiesto, sappia che non ne ho affatto bisogno per un semplice motivo: le basti sapere che gli amici e le amiche non mi mancano perché sono benvoluto.

      JT

  9. 28/06/2012 12:32 pm

    Senza contare che saremmo curiosi di sapere in base a quali laici criteri si definisce il “progresso spirituale della società”.

    Parsifal

    Ad esempio in base al criterio che assegna un posto fondamentale alla Cultura e alla sua produzione, sig. parsifal: ma a lei, ignorante come una capra e arrogante come un caprone, un criterio del genere non verrebbe mai in mente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: