Skip to content

Periodicamente,

13/09/2012
by

qual Cincinnato delle pantegane, torna sui fetentissimi* lidi topgonzici tal “Peppino Profeta”:  singolare personaggio che s’è acconciato, non certo per celia, ma per non morir, a far da cameriere scemo ai suoi ospiti, scemi almeno quanto lui; e che per sopramercato, ogni tanto s’atteggia a fine intellettuale, mentre è solo uno zerbinotto italiota con una infarinatura di filosofia da liceo di provincia (estrema).  Per capire di qual pasta (asciutta) sia fatto il nostro gagà da strapazzo, rispolveriamo un suo vecchio post, da noi opportunamente commentato:

Don Peppino pesca il sig.Frappé in contraddizione. O peggio.

12 novembre 2010 in Uncategorized 

 

Cara Redazione,

ma tu a quel fesso di Frappè, te lo ricordi o no?

Scusa tanto, Profeta, ma tu discorri – anzi, dis-correggi – amabilmente di Kant ed Hegel, scassando pure la minchia a quei due poveri morti, e poi scrivi “a quel fesso te lo ricordi”? Ma dove l’hai presa la maturità, al Cepu di Ariano Irpino?

Il fatto è questo. La blog-star fa il classico pezzo. Logorrea di provincia non può esimersi dal sentirsi tutta contenta perché si è fatta una chattata con l’on. Della Vedova. E va bene. [Ovviamente ci tiene a precisare che lo stima ma non lo vota] Ti arriva il mitico Frappè – quello che sapeva noi a che ora si scrive – e se ne esce così: ma come, ma oggi non c’era la Commissionex, ma come a quell’ora l’on. non doveva lavorare anziché chattare? Fammi sapere se è Lui. In caso affermativo non potrei avere una buona impressione di uno così.

Frappè, che dire?

Tu alla fine sei il classico fesso che vuole sapere pure a che ora la gente va a pisciare.

Direi che se un signore lo paghiamo noi con le nostre tasse abbiamo anche il diritto di sapere che cazzo fa nel momento in cui dovrebbe lavorare: a proposito, don Peppì, ma tu di che cosa ti occupi?

Non solo e non tanto.

Sei l’inde-fesso lavoratore che non stima chi, dovendo lavorare, si dà al cazzeggio.

Qui l’unico, immenso fesso sei tu, caro Profeta: e al tuo posto mi vergognerei molto, di scrivere certe cose, più che mai di questi tempi.

Non solo.

Ma dico: ma della tua stima lo sai o non lo sai che la gente se ne fotte?

Guarda che quello in minoranza sei tu, don Peppì, e di brutto anche:  chissà quanta gente se ne fotte di te, caro.

Ma cosa più grave: tu ritieni inutile, una vera e propria perdita di tempo, chattare con Logorrea.

Ma come?

Ma come??? Qui  ci sembrate, come dire, nu’ poco in malafede:  il commento di Frap diceva esattamente il contrario.

Peppino Profeta

Guaglio’, và a jucà ‘o pallone.

 

*Le fogne – checché lei ne pensi, sig. erasmo – non sono tutti uguali: quella ove lei alligna è una delle più merdose in assoluto.

Annunci
One Comment leave one →
  1. jazztrain1 permalink
    13/09/2012 4:24 pm

    Cincinnato delle pantegane? Per un attimo ho pensato al vecchio nick di teddy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: