Skip to content

Pubblichiamo

13/09/2012
by

qui un esempio di solidarietà verso i focomelici:

 “La categoria dei precari non è un ossimoro, è una focomelia concettuale.”

 
Annunci
5 commenti leave one →
  1. jazztrain1 permalink
    13/09/2012 10:41 pm

    Anche lui li considera come subumani.

  2. 15/09/2012 2:40 am

    Erasmo

    14 settembre 2012 at 22:58

    Non se la prenda, sig.Train. Ognuno ha i suoi punti di forza e di debolezza. Lei, per esempio, è tardo di mente, ma veloce di mano.

    Il sig. erasmo invece se la cava piuttosto bene con lo strisciare, essendo la sua specie notoriamente priva di arti.

    PS.
    Quanto all’intelligenza del Nostro, beh, lasciamo stare: è triste esser nati solo per mangiare e cacare.

  3. jazztrain1 permalink
    15/09/2012 3:14 am

    Già, è triste essere nati…Thorgen,come al solito sei un galantuomo, io l’avrei chiamato coprofago.

  4. Sulla meschinità dei topgonzi permalink
    16/09/2012 8:01 am

    Tutti sanno quanto sono meschini i topgonzi e quanto sono invidiosi di Jazztrain. Abbiamo trovato un pezzo nel quale l’estensore, si presume che sia il sig. Erasmo, si loda per avere bloccato il suo odiatissimo sig. Train: “Se ci attribuiamo un piccolo merito, è quello di avere messo un po’ di sordina al tromboncino vanitoso del sig. Train. Per dare un’idea di ciò che intendiamo, vi presentiamo alcuni brani del sig. Train prima della nostra cura. Cominciamo da un post del 23 aprile.”

    Giustamente qualcuno potrebbe chiedergli come mai considera un merito mettere un po’ di sordina e perché lo considera vanitoso. Il Sior Erasmo non lo spiega, si limita a copiare ed incollare arbitrariamente un post di Jazztrain nel quale il “tomboncino vanitoso”, per utilizzare un termine a lui caro, racconta con sommo scandalo del Sior Erasmo di essere intervenuto a Prima Pagina e di aver criticato il direttore pro tempore Stefano Folli del Corriere della Sera per il suo terziiismo indulgente con la destra e ipercritico con la sinistra.

    La cosa non finisce qui, il Sior Erasmo interpreta a modo suo i sentimenti dei lettori di Jazztrain e scrive: “Imbarazzo dei lettori e nessuna reazione. Allora ci prova lui a rincarare la dose (tanto Folli non lo saprà mai): commento di jazztrain il 23/04/2006 15.22.41, 151.80.9.xxx

    “Folli, nomen omen, non credo proprio!”
    Sior Erasmo, dovrebbe sapere che Prima Pagina è una trasmissione radiofonica seguita da parecchi ascoltatori perché esiste la possibilità di intervenire in diretta (secondo lei tutti quelli che chiamano a Prima Pagina sono dei vanitosi tromboncini?). Perché prova rabbia se il suo vanitoso tromboncino ha telefonato ed ha parlato con Stefano Folli? Perché le rode il fegato al punto da scrivere un post così meschino che rivela al mondo quanto lei è invidioso di Jazztrain?

    Addendum: Che sia un lettore del Corriere della Sera? Non crediamo, per lui è un giornale troppo schierato a sinistra.

    • 17/09/2012 8:11 pm

      “Tromboncino”, detto da uno che usa il culo al posto della bocca e viceversa, è veramente il massimo.

      PS: l’amarcord del sig. erasmo rivela peraltro il suo interminabile, doloroso tenesmo da allora in poi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: