Skip to content

Caccheade! Chi era costui?

19/09/2012
by

“…Perciò abbiamo deciso di censire, per ora parzialmente, il personale docente di una scuola che da 5 anni viene designata dall’Ateneo della città come la migliore non solo della regione …” :

“Migliore non solo della regione”, eccetera, non certo per merito dell’estensore di questo post, visto il prosieguo del periodo qui citato, che riesce a stuprare in un sol colpo – horribile visu et incredibile dictu – la logica, la povera sintassi italiana e pure la geografia amministrativa nostrana:

“ma anche delle province viciniori di altre tre regioni, che non sono con tutta evidenza né la Sardegna né la Sicilia né la Pantelleria, le qualiu certo contendono al Friuli il primato dell’eccellenza scolastica.”

ANALISI CLINICA:

1) Dove sta “tutta l’evidenza” del fatto che né la Sardegna né la Sicilia né la Pantelleria sono le tre regioni ove si trovano le rinomate province, di cui al post? Nelle frasi precedenti di questa ciofeca di post non c’è niente che autorizzi tale conclusione.

B) Quel “le quali”, nell’ultima frase qui riportata, si riferisce* – se la logica ha ancora un senso – alle tre regioni che detengono insieme al Friuli il primato dell’eccellenza scolastica, e non alla Sardegna, alla Sicilia e Pantelleria:  perciò al posto di “le quali” l’autore – evidentemente un cazzone sgrammaticato -avrebbe dovuto scrivere “e che”.

C) Davanti a “Pantelleria” l’accento lo mettono solo gli ignoranti più bestiali e il sig. cac.

D) Pantelleria è ancora un Comune, non certo una regione, e nemmeno una provincia: a meno che ieri non sia stata proclamata per legge l’una o l’altra cosa…

 

 

*Se non è una boutade idiota, cioè da topgonzo.

Annunci
34 commenti leave one →
  1. Il Pantesco permalink
    19/09/2012 3:38 pm

    Noi abitanti di Pantelleria ci chiamiamo panteschi, mentre voi abitanti di topgonzia vi chiamate pantegane.

  2. Le ultime parole famose permalink
    19/09/2012 8:40 pm

    Red.Cac.One: “A me il sig. Yossarian era già piaciuto quando lo conobbi dalla signorina Logorrea.”

    Ne siamo sicuri? Non è un’altra palese bugia del Sior Red.? Ecco un esempio di amore a prima vista tra Red.Cac. e Yossarian.

    Red. Cac [rivolto a Galatea]: “Esagerata! A occhio e croce, sono più di 10mila battute. Troppe.

    p.s.
    Sig. Yossarian: Lei parla dei rumeni senza saperne una beata mazza. Sappia allora che si vantano meno di Decebalo (un monumentino in luogo appartato che la maggioranza di loro ignora) che di chiamarsi rumeni grazie a Traiano.”

    Risposta del bloggeramato da Red, il sior Yossarian: “@red cac

    Non credo di aver bisogno di lezioni di Storia caro Red Cac, e tanto meno da lei, e se mai dovessi averne bisogno, mi rivolgerei probabilmente alla gentile proprietaria del blog. Su quella romana, visto che sul resto ne scrivo spesso anch’io e sono piuttosto ferrato.

    La mia sui rumeni era ovviamente una battuta, com’e’ altrettanto ovvio che le ha bisogno di un bravo analista.”

    Fantastico! Un rinomato esempio di amore a prima vista.

    Chi volesse rileggere il thread e farsi due grasse risate vada su

    http://ilnuovomondodigalatea.wordpress.com/2009/11/12/aureliano-limperatore-venuto-dal-nulla/

    • Top Ganz permalink
      20/09/2012 11:08 am

      E’ sempre singolare, oltre che esilarante, vedere come le pantegane assistano puntualmente estasiate al primo venditore di fumo che si presenti nel loro cesso (come Yossarian, tempo fa) e sappia esprimere con sicumera e arroganza le personalissime cazzate lievitate nelle sua scatola cranica. Era già accaduto con Malvino (in tempi ormai remoti), cui le pantegane riservarono e in parte riservano ancora oggi una sorta di assorta ammirazione. Ma la cosa si è ripetuta poi puntualmente anche con altri soggettoni, non necessariamente tutti di quel livello intellettuale. Anzi. Mi riferisco ad esempio a gregari (in tutti i sensi) come:
      – M.me Barbarà, perspicace e affabile come un varano di Komoto;
      – il buon Pardipal, verboso fessacchiotto poi giustamente accolto nel branco ristretto dei redattori murini, seppure col grado di gonzo semplice e l’incarico di piantone di servizio;
      – Fesso Nardi, aspirante vice-Polito che, come tutti i napoletani che dicono di adorare Napoli, da Napoli è scappato alla prima occasione (e già solo questo, ne siamo compiaciuti, lo riempie di autostima);
      – Arci, aspirante vice-Fesso Nardi;
      – Myollnir, aspirante vice-M.me Barbarà;
      – ecc., ecc..
      Ai gonzi al top non interessa tanto leggere cose sensate o sottolineare le cose insensate. Per far questo, tra l’altro, occorrerebbe essere quanto meno dei soggetti sensati e tale fattispecie non ricorre certo nel caso in esame. No, loro sono sensibili al modo con cui si esprimono i concetti: quanto più questi sono fragorosamente scorreggiati, tanto meno i gonzi trovano da ridire. Sui concetti come sul conto di chi li esprime.

      • Top Ganz permalink
        20/09/2012 11:12 am

        Ho citato il buon Pardipal, verboso fessacchiotto poi giustamente accolto nel branco ristretto dei redattori murini, seppure col grado di gonzo semplice e l’incarico di piantone di servizio,-dimenticando di aggiungere: il tutto in cambio della piena licenza di pippone.

  3. 19/09/2012 9:06 pm

    Ennesima figura di merda – o di cac. – del sig. cac.

    • 19/09/2012 9:11 pm

      Semplicemente penoso,ma a chi vuole darla a bere questo ridicolo buffone? Il suo compare di merende Erasmo, che è il re indiscusso della menzogna, non gli dà i giusti consigli per evitare simili figuracce?

      • 19/09/2012 9:22 pm

        Madre Natura, in questo caso insolitamente matrigna, bastonò il sig. cac. nel viso e nella zucca, e il sig. erasmo in toto.

  4. 19/09/2012 9:18 pm

    Notare, nel post di Galatea, come i due rincoglioniti si spalleggino l’uno con l’altro: come quei vecchietti senza niente da fare che commentano in strada ogni quisquilia venga loro a tiro. Ridicoli.

  5. Oi Dialogoi permalink
    19/09/2012 9:29 pm

    Il Dialogo d’amor tra Red.Cac.One e Red.Cac.Two. pardon, Yossarian si arricchisce.

    Posso aver fallato, sig. Yossarian. Mi correggo subito: quanto al suo essere ferrato in storia. Un fesso non è mai ferrato… o forse sì, ma questo mi costa altra ammissione di altro errore. Transeat. Volevo dire a portata di piede.

    Ma quali risse? Lei può fare tutte le battute sciocche che vuole, politicamente corrette come questa (Le piaccia o no: anche per questo dobbiamo cassare quel “mano” a favore di “piede”), ma anche politicamente scorrette. Così chi la conosce si riavrà da un eventuale smarrimento.

    p.s.
    Ma Lei l’ha letta tutta, la badilata di Galatea? Tutta tutta?

    Divertente l’esasperata reazione di Yossarian, ora nemico giurato di Galatea e noto fan dei topgonzi: “Allora, Topgonzo e quell’altro minus habens [red.cac. n.d.r.]:

    Ho fatto un semplice commento e guarda che follia avete scatenato: voi avete bisogno di aiuto medico e aiuto medico molto qualificato.

    In secundis me li avete rotti, io ho replicato in maniera sarcastica ma con educazione e ora mi becco del fesso.

    Topgonzo sei un cafone, probabilmente un malato di mente, e quando parli con me sciacquati la bocca.

    E probabilmente sei anche un quaquaraqua e un ominicchio, perche’ se ti fossi davanti te la daresti a gambe.

    E ti converrebbe.

    Scusa Galatea, ma questo e’ delirio puro. Sono disposto alle polemiche al calor bianco di qualsiasi tipo ma qui siamo al delirio.

    Scusami ancora, non immaginavo di venir aggreditio da questi due pazzoidi.”

  6. Il Fesso Red.Cac.One permalink
    20/09/2012 6:23 am

    Colpisce ancora. Dopo aver fatto sganasciare dalle risate l’intera blogosfera (si legga il thread sull’isola di Pantelleria e i commenti per le sue dichiarazioni pubblicamente smentite, come quelle ormai famose sul forum dell’Unità), ancora non domo, il Red.Cac.One ne dice un’altra delle sue: “Sig. Train, dia retta, lo licenzi. E’ più fesso di lei.”

    Sior Cac. One. Le rispondiamo con le dolci parole che le scrisse tempo fa sul blog di Galatea il suo amatissimo Yossarian:”Topgonzo [alias Red.Cac.One, n.d.r.] sei un cafone, probabilmente un malato di mente, e quando parli con me sciacquati la bocca.

    E probabilmente sei anche un quaquaraqua e un ominicchio, perche’ se ti fossi davanti te la daresti a gambe.”

    Sior red., sembra che il sior Yossarian abbia capito immediatamente che razza di figuro è lei.

  7. Yossarian dixit permalink
    20/09/2012 7:23 am

    Testuali parole: “Ma forse sono solo molto cinico e mi sbaglio.”

    No, Sor Yossarian, lei non è un cinico, è soltanto un voltagabbana.

  8. Sor Erasmo, che sagoma permalink
    20/09/2012 10:57 am

    Il Sior Erasmo si è sentito chiamato in causa dal sior Jazztrain: “Scusi sig.Train, ragioniamo. Se io sono il re della menzogna, i consigli che eventualmente gli dessi non sarebbero affidabili.
    Capisco che lei, nonostante le nerbate, non ha tratto profitto dal corso di logica del Precettor Teddy, ma questa è proprio logica elementare.”

    Perché sior Erasmo, lei crede veramente di essere affidabile? Chi sarebbe così pazzo da fidarsi di uno come lei se non il sior Red.Cac.One?

  9. A grande richiesta permalink
    20/09/2012 4:37 pm

    L’ennesimo sfogo di un frustrato nei confronti di Jazztrain: “Visto che si parla di cose elementari, alle scuole elementari il sig. Train fu promosso perché il suo tutor promise che non avrebbe prolungato gli studi oltre i 14 anni. Una legge spostò poi l’obbligo ai 16 anni e il sig. Train, venendo meno alla promessa, se ne giovò per poltrire ancora tre anni a spese dello stato. In seguito uno dei tanti ministri scemi della P.I. disse che da un punto di vista morale l’obbligo si doveva intendere fino ai fino ai 18 anni, e il sig. Train arrivò così a 21 anni al diploma della scuola media superiore, che la CGIL, alleata storica dei sigg. Trains, fece sì che fosse valido, quale che fosse, per l’accesso all’università.
    All’università di Aciriposto il numero degli iscritti e dei laureati è decisivo per la sopravvivenza dell’ateneo; subito dopo i sindacati tutti, all’unisono, pretesero e ottennero la laurea abilitante.
    In sintesi, il sig. Train non ha imparato né logica né grammatica né dignità né buone maniere, ma insegna storia e filosofia su di un trespolo stuck into the shoulders del cittadino conbtribuente.”

    Sior Red.Cac.One., perché mai riversa questo folle livore nei confronti di uno che considera fesso? Si può sapere che diamine le ha fatto il sior Jazztrain? L’ha sedotta e abbandonata e le ha fatto le corna?

  10. Dialogo tra due clienti permalink
    20/09/2012 4:48 pm

    Tutti sanno che la prostituzione, oltre ad essere il più antico mestiere del mondo, è un serio problema sociale, soprattutto nei quartieri delle grandi città come Milano, Genova etc. dove la criminalità prospera grazie al mercato dell’amore mercenario. Non così per i topgonzi, noti al pubblico per il becero sessismo da caserma e per il fatto che simile degrado non li riguarda, anzi, ne parlano come se fossero dei fini intenditori di coloro che per fariseo pudore chiamano badanti. Leggiamo questo dialogo di altissimo livello culturale. L’Aretino al confronto era un
    dilettante rispetto ai due pornografi ultracinquantenni. Cominciamo con il Sior Erasmo: “Ma no, sig.Train. Un altro al posto suo avrebbe già consegnato il cinquantone alla ragazza sulla circonvallazione di Riposto.”
    Coglie la palla al balzo il nostro Red.Cac.One che da buon genovese tirchio esclama: “Così poco costano ad Aciriposto? Diamine, dalle mie parti minimo minimo ci vuole un centone. Ma forse Lei allude non alle passeggiatrici ma alle ciospe, e allora stiamo messi meglio noi, perché qui pagano loro, se trovano l’utilizzatore finale.”

    Un po’ di speranza la dà il Sior Erasmo che ha tutte le qualità per poter gestire l’affare. Infatti, suggerisce al compare questo: “A Aciriposto costano 30, ma al sig.Train mettono un sovrapprezzo. non possiamo biasimarle.”

    Sior Erasmo, lei si fa il giro di tutti i lupanari d’Italia per garantire a prezzi stracciati le badanti al suo compare?

    • 20/09/2012 11:31 pm

      Chi non può scopare aiuta gli altri a farlo: a pagamento, s’intende.

  11. Volano stracci permalink
    20/09/2012 5:45 pm

    Volano stracci su http://topgonzo.wordpress.com/2012/09/20/riceviamo-e-volentieri-pubblichiamo-9/#comments

    Ormai hanno toccato il fondo.

    • 20/09/2012 11:28 pm

      Ci sguazzano già da anni, se per quello: trattandosi notoriamente di fogna…

  12. 21/09/2012 12:01 am

    la redazione

    19 settembre 2012 at 22:22

    Sig. Train, dia retta, lo licenzi. E’ più fesso di lei.

    Mi sa che a qualcuno prude un po’ il culo…

  13. La furbizia del Sior Erasmo permalink
    21/09/2012 8:04 am

    Il Sior Erasmo teme, non si sa per quale motivo, che i suoi “nemici” scoprano la sua vera identità. Probabilmente teme che qualche sua vittima possa arrabbiarsi sul serio e magari qualcuno vorrebbe giustamente chiedere conto e ragione di certi suoi comportamenti offensivi. Il personaggio è quello che è, non possiamo pretendere che un vile diventi in un attimo coraggioso e si assuma in prima persona le responsabilità delle sue azioni. In compenso, il Sior Erasmo è convinto di essere furbo: “Per quanto mi riguarda, non ho timori ma solo curiosità. Le informazioni su di me che ho (parcamente) diffuso in questa piccola parte del mondo virtuale sono tutte taggate. Glielo spiego: non ho mai fornito a due persone diverse la stessa informazione, per cui l’eventuale fonte è per me di immediata riconoscibilità. E anche sull’attendibilità, non sia così tranquillo”.

    Sior Erasmo, questo lo sappiamo benissmo, anche noi abbiamo le nostre fonti e anche noi abbiamo notato che ha dato informazioni volutamente contraddittorie. Questo comportamento di cui lei si vanta pubblicamente, non è affatto positivo. Lei, quando si relaziona con qualcuno, non fa altro che ingannare la buona fede del suo interlocutore il quale, non sapendo con chi ha a che fare, prende per vero tutte le sue bugie (lo sa che questo si chiama mitomania?). Lei tempo fa diceva : “Se io sono il re della menzogna, i consigli che eventualmente gli dessi non sarebbero affidabili.” Giusto, sior Erasmo, il suo problema è che lei mente sempre ai suoi interlocutori, come ha affermato poco fa, ed è per questo che lei non sarà mai affidabile.

  14. La classe di Red.Cac.One permalink
    22/09/2012 8:02 am

    Non è acqua. Per fare un dispetto a Top Ganz minaccia Jazztrain e scrive un commento che lo qualifica ancora una volta in tutto il suo misero squallore: “Avvisi il sig. Train che tutte le foto che abbiamo -e sono tante – non ce le ha mandate in privato: le ha messe online sua sponte.

    E ce ne sarà anche per te, topolino.”

    Penoso.

  15. La classe non è acqua II permalink
    22/09/2012 8:10 am

    Un minaccioso sior Erasmo scrive: “Un’ultima cosa, sig.Topo: mi pare chiaro che Lei ha, come fonte intermedia, il sig.Train. Si accerti bene che il Suo amico sia cosciente del rischio che comporterebbe per lui il Suo andare à la guerre. Spesso, le guerre fanno vittime anche fra chi non le combatte.”

    E’ vero, Sior Erasmo, a morire sono sempre gli innocenti. Dimentica o fa finta di dimenticare, Sior Erasmo, che la colpa della guerra è sempre degli aggressori che vogliono provocarla a tutti i costi, non degli aggrediti che sono costretti a subirla. Non trova?

    • 22/09/2012 10:57 am

      Non è la prima volta che questo svalvolato mi lancia accuse incredibili che sono completamente prive di fondamento. Gli ho detto e lo ripeto per l’ultima volta che le accuse senza prove sono nel migliore dei casi diffamazione, nel peggiore, calunnia.

    • 22/09/2012 1:05 pm

      Sono arrivati alle minacce trasversali: tipico dei cretini e dei cagasotto, che spesso si identificano gli uni con gli altri.

      • 22/09/2012 1:16 pm

        Se dovessi “ragionare” come loro, dovrei prendermela per dispetto con teddy o parsifal o addirittura con la signora Frine.

  16. 22/09/2012 1:47 pm

    Non puoi prendertela con dei fumetti, Jazz.

  17. 22/09/2012 1:52 pm

    sig. lombrico

    21 settembre 2012 at 15:05

    Prego notare che per il sig.Eye è il resto del mondo a dover essere migliorato. Quello islamico è perfetto così come sta.

    Studente di itagliano

    21 settembre 2012 at 15:12

    Ancora, temo sia questione di virgole.

    No, purtroppo nel caso del sig. erasmo sarebbe questione di oculista. Ma notoriamente la sua specie non possiede occhi.

  18. 22/09/2012 5:42 pm

    totalmente scemi, oltre ad essere in malafede:”Già che è da queste parti, sig.Topo, le spiacerebbe spiegare al sig.Train qual è la fattispecie del reato di calunnia? Noi ci abbiamo provato molte volte, ma è dura trapassare quella cotenna.”

    Come se la diffamazione o l’ingiuria non fossero reati. Comunque, dovreste sapere che dare a qualcuno del mafioso senza uno straccio di prova, come ha fatto più volte un vostro compare di merende, è calunnia.

  19. 22/09/2012 6:27 pm

    Tutti sanno che il Sior Erasmo non ha mai digerito la sconfitta a scacchi subita per colpa di Jazztrain. Infatti ha recentemente scritto un commento il cui triste contenuto è volutamente offensivo: “Aggiungasi che si tratta, indubbiamente, della forma più sicura di sesso. Il sig.Train, dall’alto del suo punteggio ELO-FIDE, continua a dare scacco matto a quel fetente di HIV.”

    Il Sior Erasmo cita in modo improprio l’ELO-FIDE, chissà per lui sarà una formula apotropaica, visto che non sa cosa sia. Ma noi siamo buoni e cercheremo di spiegarglielo anche se l’impresa sarà titanica.

    Come si ottiene l’Elo FIDE?
    id: 32 Argomento: Elo FIDE
    Il punteggio Elo FIDE si ottiene giocando (in tornei omologati dalla FSI e validi anche per le categorie e il punteggio Elo Italia) un minimo di 9 partite contro avversari già in possesso di Elo Fide.
    Non è necessario che le 9 (o più) partite vengano giocate in un solo torneo, ma è possibile accumulare le cosiddette “tranche”, la prima delle quali deve essere di un minimo di 3 partite e il giocatore deve fare almeno un punto. Dopo aver fatto una prima tranche valida, tutte le successivetite giocate con i giocatori con Elo FIDE vengono conteggiate.
    E’ quindi possibile giocare le 9 partite in più tornei.
    Dal momento in cui si realizza la prima “tranche”, si hanno a disposizione due anni per fare altre “tranche” e completare le 9 partite.
    Nel momento in cui si raggiungono le 9 (o più) partite, che naturalmente possono essere raggiunte anche in un solo torneo di 9 turni (per esempio i grossi festival estivi) la FIDE procede al calcolo dell’Elo FIDE di ingresso del giocatore considerando tutte le partite (quindi non solo le prime 9).
    Le regole precise per il calcolo si possono trovare qui:
    http://www.fide.com/fide/handbook?id=11&view=category
    L’articolo che lo spiega è il 10.2.

    http://www.federscacchi.it/str_faq.php

    Lei, sior Erasmo, sarebbe in grado di prendere l’ELO FIDE? Noi pensiamo di no, crediamo che non abbia la forza sufficiente per poter aspirare a qualsiasi categoria scacchistica, compresa la minima.

  20. Grandioso Top Ganz permalink
    22/09/2012 7:16 pm

    che risponde in modo adeguato alle scorrettezze del Sior Erasmo: “Noi gliel’abbiamo annotato più volte in passato, Sig. Gattapelata. Lei confonde i contorti meandri delle sue personalissime e maliziosissime elucubrazioni con la realtà oggettiva. Il suo è disturbo serio della personalità e per questo le consiglierei uno specialista più che navigato. Lei dice: “Diverso il caso del sig.Topo, che voleva evitare di passare per ignorante non accentando la A maiuscola francese”. Ma questa – glielo garantirei in tutta cordialità, se tra di noi ne corresse anche un sol filo – non è la realtà ed è solo la sua malevola prevenzione a fargliela sapientemente apparire tale. Essa è solo l’immagine della falsa realtà che lei si autollestisce nella zucca, vuota – del resto – come uno studio di Cinecittà, destinato per definizione alla finzione.

    P.S.
    Sa che impressione mi dà, Sig. Perspicuo Gattapelata, invero sempre più Perspicuo? Mi dà l’impressione che lei l’accento di “à” l’abbia messo sempre anche sulla maiuscola. Fino all’altro ieri, quando deve averne scoperto per l’appunto la facoltatività. Roba da prima media, certo, che nondimeno in lei ha assunto i crismi di una rivelazione, data soprattutto la tardività con cui ella ha acquisito la nozione.
    Ribadisco, però, che solo di mia impressione si tratta. Ché io, nella mia di zucca, contrariamente a lei, non ho spazio per quel genere di certezze fatte in casa.

    • 22/09/2012 8:50 pm

      “Il suo è disturbo serio della personalità e per questo le consiglierei uno specialista più che navigato.”

      Concordo, è sicuramente un tizio psicologicamente disturbato

  21. Un red.cac.one. d'annata permalink
    22/09/2012 11:27 pm

    Un vecchio commento nel quale dice a Marcoz:”Ci son solo due entità con cui non posso che essere spietato, e queste sono topogonzo e il signor Train. Tutti gli altri li amo.

    Ah no, dimenticavo, ne esiste una terza cui non si può perdonare nulla. Si chiama beverendo, ma se non lo conosci già lascia perdere, è tanto di guadagnato.

    Mai prendersela qui sopra, e mai prendersi sul serio. “‘na demûa a l’è ‘na demûa” dicono a Genova, e non bisogna mai fare confusione.

    Per questo topogonzo e il signor Train vanno messi all’indice. Si prendono molto sul serio.”

    Anche lei Sior Red. si prende sul serio, forse sin troppo ed è per questo che noi non sopportiamo gli sbruffoni arroganti come lei, che meritano di essere trattati a pedate nel sedere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: