Skip to content

I veri razzisti (e anche cazzoni)

16/10/2012

Nel 2012 c’è ancora chi parla di “razza ebraica”, che schifo:

febbraio 8, 2012 a 6:55 pm

Erasmo

Grazie per i suoi PS, sig.Train, ma non è wikipediando (ossia aggiungendo particolari inutili e pedanti, tipo l’elenco delle comunità ebraiche) che lei può deviare l’attenzione dal fatto fondamentale. Parimenti, il polverone terminologico che lei solleva sulla parola “razza” non può far dimenticare quando visto sopra, e cioè che lei discrimina le opinioni in base al pedigree genetico (va bene così?) di chi le esprime.

febbraio 8, 2012 a 8:09 pm

barbara

Ne consegue che qualunque cosa dicano i tre suddetti appartenenti alla razza ebraica è verità di vangelo; qualunque cosa dica chiunque non concordi con i tre suddetti appartenenti alla razza ebraica è falsa come il demonio.

febbraio 8, 2012 a 8:39 am

la redazione 

Orribile, sig.Train, la scelta delle citazioni in base alla razza degli autori.

febbraio 8, 2012 a 9:31 am

giovannifrancescosagredo

E’ un criptorazzista, come gli aiatolla’ che liberarono solo i neri americani durante il sequestro nell’ambasciata USA.

 

Per fortuna esistono anche persone che sanno chi sono gli Ebrei:

febbraio 12, 2012 a 8:17 am

deborah

quale e’ il vostro problema colla razza ebraica? Esiste una razza italiana? perche’ non vi viene mai in mente di dissertare su questo? Gli ebrei sono un popolo di etnia semitica. PUNTO. la parola razza lasciamola ai nazisti di ieri e di oggi.
Gli ebrei sono un popolo che ha in comune una lingua (resistita a 2000 anni di esilio), una religione (resistita a duemila anni di esilio e persecuzioni), delle tradizioni millenarie (resistite a duemila anni di esilio e persecuzioni), sono queste le cose che fanno POPOLO una popolazione.
Puo’ dare fastidio a chi vorrebbe cancellare gli ebrei ma questa e’ la realta’ e la storia lo attesta.

Annunci
6 commenti leave one →
  1. 16/10/2012 3:33 am

    Come al solito occultano la verità; ricordo che questa vicenda è nata per la storia della vignetta di Vauro contro la Nirenstein, per le accuse di Caldarola, per la querela di Vauro e per la condanna di Caldarola che ha fatto inferocire i sionisti all’amatriciana come questo tizio che si fa chiamare Sagredo. Una nulltà che disprezza gli ebrei che non sono filoisraeliani come Gad Lerner e Moni Ovadia perché sono amici di Vauro Senesi (evidentemente non hanno trovato antisemita quella vignetta e non si può dire che Lerner o Ovadia non ricordino i drammi che hanno subito gli ebrei europei durante il XX secolo).

    Non m’interessa riprendere una noiosissima questione, vorrei solo ricordare che la satira per gli erasmo e company vale se l’oggetto delle vignette riguarda la blasfemia su Maometto, non vale se l’autore è Vauro e se critica la politica d’Israele.

    P.S. Si sono guardati bene dal citarti, caro Thorgen, ti temono come il convitato di pietra perché hai riportato alla luce le perle nere di Erasmo, di Barbarella e del Sagredo Ku Klux Klan.

    A proposito di Ebraismo e Sionismo ecco un passo interessante di Mario Moncada di Monforte: “Tutto ciò senza dimenticare che dall’intolleranza sionista non sono stati mai complici grandi intellettuali ebrei come Albert Einstein, Erich Fromm, Asher, Hirsch Ginzberg, Hannah Arendt e tutti quegli ebrei, la maggioranza, che hanno speso e spendono il loro impegno per difendere i valori spirituali e morali dell’Ebraismo e denunciare che il sionismo li tradisce giorno dopo giorno.”

    • Da quale pulpito permalink
      17/10/2012 7:26 pm

      Sior Erasmo, viene la predica: “avevo detto che lei sa solo copincollare..”

      Strano Sior Erasmo, fa sbellicare dal ridere detto da lei.

  2. L'ignoranza dei topgonzi permalink
    18/10/2012 12:42 pm

    Sulla questione ebraismo e sionismo è totale. Non solo, prendiamo il Sior Erasmo che non conosce affatto la storia e non ha idea di quanto possa essere difficile interpretare i fatti. Il Sior Erasmo cita Mazzini senza accorgersi di aver commesso un autogol.:”Nel suo illuminato commento, l’unica parte che conta è la citazione. In effetti, ordinariamente lei avrebbe inserito solo quella: ma, siccome avevo detto che lei sa solo copincollare, ha voluto premettere alcune sue “idee” originali, sulle quali i lettori si sono già certamente fatti un’opinione.
    Di maggiore peso, comunque, la citazione, che lei stesso definisce “interessante”. Come sempre, lei affida ad altri il compito di esprimere il suo pensiero. Oggi lei concede questo onore al sig.Moncada di Monforte, autore fra l’altro del pregevole volumetto “Vite paralleIle. Giuseppe Mazzini e Osama Bin Laden“.
    Non ha molta importanza spiegare la sua attrazione nei confronti dei ciarlatani, sig.Train. Più interessante è vedere come lei si dichiari schiettamente antisionista. Sarà una delusione per lei apprendere che “la maggioranza degli ebrei” invece non lo è, nonostante le perentorie affermazioni del sig. Moncada.
    (Sarebbe anche interessante per noi capire dove lei se li vada a trovare, tutti questi maître à penser).”

    Sior Erasmo, Mazzini è un padre della patria e nessuno lo discute, però i suoi metodi di lotta politica non escludevano la cospirazione. Questi metodi erano noti a tutti e, se si esclude l’Inghilterra paese nel quale era protetto dai suoi fratelli massoni, era ricercato dalle polizie europee come se fosse il peggiore dei criminali. Quando morì nel 1872 non ebbe certo funerali di stato. Si studi un po’ di storia, Sior Erasmo, non le farebbe male.

    Addendum: oggi siamo buoni con lei Sior Erasmo, le raccontiamo una storiella nelle quale emerge la meschineria (nessun riferimento personale a lei, sior Erasmo) degli avversari di Mazzini e la grandezza d’animo dello stesso. E’ a conoscenza del fatto, Sior Erasmo, che Mazzini, durante i primi anni del Regno d’Italia, si candidava regolarmente alla Camera dei Deputati e che veniva eletto? Eppure, a differenza del suo amico Garibaldi, non sedette mai un giorno alla Camera. Sa perché? Perché volevano impogli il giuramento di fedeltà alla monarchia sabauda. Mazzini, coerente con le sue idee di fervente repubblicano, rifiutava e la Camera lo faceva decadere. Chi al giorno d’oggi in nome delle sue idee avrebbe fatto altrettanto come lui? Lei no di certo, Sior Erasmo

    Continua…

  3. L'ignoranza dei topgonzi II permalink
    18/10/2012 12:48 pm

    Altro cialtrone è il sior Parsifal che ha fatto ironia sul curriculum di Moncada: “Minchia, tutte ‘ste premesse e poi è finito alla Olivetti (ovviamente, ricordata attraverso la mitizzazione delle origini, tralasciando il fatto che sia uno dei più clamorosi fallimenti italiani). E poi cosa ha fatto?”

    E’ grossolano nei modi e superficiale nei contenuti il sior Parsifal, cosa c’è da aspettarsi da un ignorante come lui che conosce a malapena l’interessante figura di Adriano Olivetti?
    Lasciamo perdere certe bassezze, segnaliamo un passo che coincide incredibile a dirsi con quello del tanto aberrato Moncada:”Sin dall’inizio il progetto sionista ha ricevuto critiche. Hannah Arendt, Albert Einstein, Martin Buber e diversi rabbini hanno mostrato riserve riguardo alla nascita d’Israele. Eppure i sionisti hanno creato il loro stato senza prestare ascolto. Oggigiorno sarebbe indubbiamente più efficace convincere le leadership politiche occidentali di trattare Israele come ogni altro stato, senza considerare né il mito dello stato giudaico, né la Shoah. Attraverso le capitali dei loro paesi gli ebrei possono avere un impatto concreto e trovare il riscontro che manca in Israele.”

    Chi è l’autore? Yakov Rabkin, professore di storia nell’università di Toronto autore di un libro intitolato in nome della Torah. Religione? Eheheheheheheheheh!

    http://it.peacereporter.net/articolo/16327/Ebreo,+non+sionista

  4. L'ignoranza dei topgonzi III permalink
    18/10/2012 12:58 pm

    Ancora sulla questione ebraismo e sionismo:”In nome della Torah è un libro che ha suscitato diverse polemiche e che ha lo scopo di chiarire le differenze tra ideologia sionista e giudaismo. Quali sono queste differenze? Perché l’esistenza d’Israele non sarebbe compatibile, a suo dire, con i precetti della Torah?

    Yakov Rabkin:”Il sionismo rappresenta un movimento nazionalista avente quattro obiettivi essenziali: trasformare l’identità transnazionale ebraica fondata sulla Torah in una identità nazionale sul modello di quelle europee; sviluppare una lingua nazionale fondata sull’ebraico biblico e rabbinico; trasferire gli ebrei dal loro paese d’origine alla Terra Santa e stabilire un controllo politico e economico sulla Palestina. Sia i sionisti che i loro avversari concordano su un punto: sionismo e Stato d’Israele costituiscono un momento di rottura nella storia ebraica. Questa rottura risulta dall’emancipazione e della secolarizzazione degli ebrei in Europa durante il XIX e XX secolo. Nel mondo ebraico europeo alla fine del XIX, il sionismo appare come un minaccioso ed incongruo paradosso. Da una parte si tratta di un movimento modernizzatore che agisce contro la tradizione, dall’altra parte idealizza il passato biblico, utilizza simboli tradizionali e aspira a realizzare concretamente il sogno millenario del popolo giudaico. Soprattutto, il sionismo offre una nuova definizione dell’essere ebrei: l’identità giudaica perde il suo senso normativo e il nuovo ebreo è assimilato ad una razza, ad un popolo o ad un’etnia. Questa concezione accomuna sionisti ed antisemiti.

    • 22/10/2012 9:41 pm

      Il sionismo, per lo sviluppo storico che purtroppo ha avuto, è un’ideologia fondata su una serie di mistificazioni storiche (come l’idea che l’antico Israele fosse abitato solo da Ebrei o quasi) e su un principio di esclusività etnica. La realizzazione dello Stato di Israele, innanzitutto attraverso la cacciata – col “Piano Dalet” – di circa 700.000 arabi palestinesi, e i princìpi sui quali esso si fonda ne sono la diretta conseguenza. Nessuno può negare agli Ebrei il diritto ad uno Stato, dopo quello che hanno passato da quasi due millenni in qua: quello che fa orrore e si contesta è il modo col quale tale Stato fu creato, e la condotta successiva di esso verso gli arabi che restarono in quel territorio, da essi abitato da 1200 anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: