Skip to content

Ancora sul terremoto in Abruzzo

27/10/2012

ADDENDUM:

Qui e qui potete leggere che il sig. Boschi, nel 2010, dichiarò agli inquirenti di aver firmato, su richiesta di Mauro Dolce, capo dell’ufficio rischio sismico della Protezione Civile, il verbale della famigerata riunione della Commissione Grandi Rischi all’Aquila addirittura il 6 aprile, cioè quando L’Aquila era già crollata: con ciò avvallando un falso, dato che la riunione era avvenuta il 31 marzo.  Non solo, ma sempre secondo Boschi la suddetta riunione, per essere una cosa seria, sarebbe dovuta durare almeno “alcune ore”, mentre in realtà durò solo un’oretta:  il che conferma pienamente quanto affermato da Bertolaso nella sua telefonata a Daniela Stati*, Assessore Regionale abruzzese alla Protezione Civile, quando disse che la riunione era “solo un’operazione mediatica”.  Tanto più che, a detta dello stesso Boschi, lui non venne invitato alla conferenza stampa indetta dopo la riunione per “rassicurare la popolazione”.  Allora mi chiedo:

1) perché cazzo Boschi, con la responsabilità che comportava la sua carica, ha partecipato volontariamente alla creazione di un falso? Chi lo obbligava a firmare quel verbale? Aveva forse una pistola puntata alla tempia?

2) e soprattutto:  perché cazzo Boschi non disse immediatamente alla popolazione dell’Aquila che quella riunione era una farsa mediatica, come sarebbe stato suo preciso dovere giuridico e morale, o quantomeno subito dopo il terremoto? La risposta probabilmente sta tutta nel suo dialogo al telefono con Bertolaso.

Considerate anche queste cose, la condanna di Boschi è pienamente meritata, e anzi, anche mite .

*Presto ci occuperemo anche di lei.

Annunci
28 commenti leave one →
  1. 27/10/2012 8:30 pm

    “Complimenti Guido!” In che mani siamo…

  2. 27/10/2012 8:41 pm

    Ci mancava solo che si mettesse su un inginocchiatoio a sussurrargli: “Com’è umano Lei…”

  3. Ormai i ratti permalink
    30/10/2012 3:49 pm

    non fanno altro che riciclare mestamente i loro post perché non hanno più nulla da dire.
    http://topgonzo.wordpress.com/2012/10/30/gramscianamente/#more-11947

    Povero Gramsci, si starà rivoltando nella tomba.

  4. 30/10/2012 5:05 pm

    “Lei sa bene, Illustrissimo Signor Presidente Napoletano, che nel comune di Aciriposto non è come a Genova, dove un certificatino medico non te lo nega nessuno.”

    Verissimo: infatti conosciamo molto bene un docente genovese di greco e latino di un certo liceo classico di quella città, uso a grattarsi da mane a sera quel poco di palle che ha. No, il nome del liceo non lo diciamo, preferiamo non sparare sull’ambulanza.

  5. jazztrain1 permalink
    31/10/2012 3:55 pm

    Purtroppo, caro Thorgen, si commentano le sentenze come se fossimo al bar sport.

    • 31/10/2012 10:37 pm

      Peggio, come in un casino di quart’ordine d’antan, pieno di fumo e con vecchie puttanacce orride e flaccide che girano in tondo nella sala d’aspetto. Ma del resto quello è l’unico tipo di posti dove a suo tempo potevano scopare i sigg.ri cac. di tutta Italia: da allora è rimasto nel loro genoma culturale.

  6. 01/11/2012 3:08 pm

    red. cac.

    30 ottobre 2012 at 19:45

    Ex collega, non possiamo che condividere. Questo post chiarisce anche la situazione di gran parte dei docenti, che vanno ovviamente inseriti tra i non produttori, almeno in senso lato (ma oggi si può anche dire in senso stretto).
    La femminilizzazione dell’insegnamento ha, tra gli altri mali, prodotto anche questo…

    Purtroppo c’è stata anche una coglionizzazione dell’insegnamento, per fortuna largamente minoritaria: il sig. cac. ne è l’esempio più fulgido.

    • jazztrain1 permalink
      05/11/2012 8:10 am

      Buondì Thorgen, come va? Vedo che ogni tanto ti diverti a fare la chiosa ad alcuni commenti tipicamente misogini.

      • 06/11/2012 3:52 am

        Trattasi più semplicemente di commenti stronzi, espressione assolutamente fedele di chi li scrive.

  7. Quel melomane del Sior Erasmo permalink
    05/11/2012 10:49 pm

    Come è stato affermato da qualcuno, il sior Erasmo, quando non ha un tubo da fare, è solito “scacazzare spocchie da melomane in un suo personale blog”. Di recente ha copincollato alcuni passi di un libro del musicista Barenboim per fare il solito giochetto stronzetto che piace tanto a lui ed ai fessi della sua risma: prende alcuni passi e li commenta a modo suo. Alla fine, dopo aver tediato il lettore con questo ridicolo giochetto, il sior Erasmo sputa regolarmente la sua sentenza: “Ho sempre definito Daniel Barenboim un grande pianista che ha preferito essere un mediocre direttore. Temo invece che sia un mediocre direttore che preferisce pisciare fuori dal pitale.

    Perché questa critica così dura nei confronti della direzione d’orchestra di Baremboim? Il sior Erasmo non lo spiega. Noi pensiamo che Barenboim “ha fondato l’orchestra West Eastern Divan Orchestra formata da musicisti israeliani e palestinesi, di cui è direttore musicale. Dirige regolarmente i Berliner Philharmoniker, i Wiener Philharmoniker e l’Israel Philharmonic Orchestra.”

    Simili iniziative potrebbero aver messo il povero Barenmboim in cattiva luce nei confronti di un sionista come lo stesso Sior Erasmo.

    • 06/11/2012 3:54 am

      Anche per il sig. erasmo vale quando ho detto nel commento precedente. Il punto è che Barenboim è Barenboim, e il sig. erasmo non è un cazzo.

    • Top Ganz permalink
      08/11/2012 11:11 am

      Però, caro Thor, io non direi che il Gattapelata sia un sionista. Lo è il suo gregge e allora le è anche lui. Un po’ come Emilio Fede che da juventino divenne da un momento all’altro milanista, o come l’antico leccaculi Romiti che, specie alla presenza di quel buonannulla del suo capo, l’Avvocato, aveva il terrore di dire di essere romanista.

  8. Una volta permalink
    06/11/2012 5:07 pm

    il blogger Malvino disse:“Desiderius è uno dei più attivi tra i compari di merenda di un troll-blog collettivo.”
    Intuizione geniale quella di Malvino, ma non avrebbe mai immaginato che questi sono ben peggiori degli originali compari di merende. Infatti si legga con attenzione questo passo di teddy: “Anticipando Krugman, ne abbiamo discusso tempo fa, nel corso di un pranzo sociale [?]organizzato dalla nostra immensa Supervisora, nel corso del quale, all’esimio red.cac. che agitando una banconota da 50 euro si chiedeva cosa le desse realmente un valore, il sottoscritto rispose che, a quel pezzo di carta, il valore era attribuito esclusivamente da una convenzione.”

    Altro che compari di merende, compari di pranzo e di cene sociali [sic!].

    P.S. I piatti li lavava l’immensa Supervisora?

  9. Quanto brucia a teddy. permalink
    06/11/2012 10:37 pm

    Il precedente commento:”e certo sig. train, noi potremo pure morire poveri e pazzi, come lei auspica, ma, per il momento, ce la passiamo molto ma molto bene. In tutti i sensi.”

    Sior teddy, lei come al solito non ha capito una mazza. Ci è sembrato divertente che lei utilizzi impropriamente il termine pranzo sociale; chi vi legge pensa che ci sia stata tra di voi una riunione aziendale di fantozziana memoria, non un incontro tra un branco di morti di fame.

    P.S. Pardipal la dice la preghierina prima di toccar cibo?

  10. prima o poi permalink
    07/11/2012 6:18 am

    Al sior Erasmo verrà un bel travaso di bile:”Io sono favorevole, perché sarebbe come secoli fa, con il giullare di corte che intrattiene i commensali. Però non deve mangiare. Io sono democratico, ma tradizionalista. Il buffone non mangia.
    Il conto, invece, nessuno gli vieta di pagarlo.”

    Sior Erasmo, il giullare e il buffone non sono la stessa cosa.

    http://italianimbecilli.blogspot.com/2009/06/buffone-o-giullare.html

    Per farla breve, il giullare era un artista perché inventava testi, componeva brani musicali originali e scriveva in proprio, mentre non si può dire altrettanto del buffone perché interpretava le opere degli altri o al massimo copiava i testi degli altri spacciandoli per propri. Il buffone faceva come fa più o meno lei Sior Erasmo quando copia-incolla o manipola i testi solo per farne strame.

    • 07/11/2012 9:09 pm

      Per favore, non scomodiamo nozioni di storia per il sig. erasmo: che è quello che comunemente si dice “un cretino”.

    • Top Ganz permalink
      08/11/2012 11:14 am

      Sì, solo che lui non riesce mai a far ridere. Ma campa lo stesso. Di verdura.

  11. 07/11/2012 9:07 pm

    parsifal

    6 novembre 2012 at 22:15

    E nulla impedisce che questo vada avanti all’infinito.

    (comunque, ex-redattori, toccarsi i coglioni).

    Il che potrebbe capitare se il sig. parsifal e i suoi sodali li avessero, i coglioni (al sig. cac. il compito di stabilire di quale periodo ipotetico si tratti).

    PS: nel frattempo il sig. cac. ha appena raggiunto il settimo grado dell’heptapilon klimax dei fessi, il Ligusticus Pater. Congratulazioni!

    • A quel fesso di Parsifal permalink
      08/11/2012 4:16 am

      gli rode da morire la rielezione di Obama.
      http://topgonzo.wordpress.com/2012/11/08/una-gigantesca-soap-opera/#more-12036

      • Top Ganz permalink
        08/11/2012 11:21 am

        Lui prova a consolarsi con la storia che, tanto, cosa vuoi, al mondo han sempre comandato i fessi che sbagliano le loro scelte, mai i dritti come lui, quelli che non scelgono al mero fine di criticare chi sceglie. Ma non basta mica, …. e, se non fossero i bidoni di Preparazione H, i suoi lai si sentirebbero sin lì, nella vostra Sardegna.

      • Quel fesso di Parsifal II permalink
        09/11/2012 12:13 am

        E’ ancora più scemo di quanto pensassimo:”Yossarian, ci perdoni, ma quando parliamo con lei, e anche con altri, il sig. Train e il sig. Topogonzo sono comunque nei nostri pensieri (dopotutto questa è una discussione di gruppo, non vis-a-vis, ed il blog è dedicato a loro). Lei sa che il primo ci guata e poi deposita la sua saggezza altrove, mentre il secondo non disdegna di scendere in questa fogna.”

        Analizziamo: “quando parliamo con lei, e anche con altri, il sig. Train e il sig. Topogonzo sono comunque nei nostri pensieri.” Paranoia o parafilia, questo è il dilemma; “(dopotutto questa è una discussione di gruppo, non vis-a-vis, ed il blog è dedicato a loro)” Strano, non ci risulta affatto che il blog sia dedicato a Jazztrain, non si capisce da dove si deduca simile affermazione.”

        “Lei sa che il primo ci guata e poi deposita la sua saggezza altrove, mentre il secondo non disdegna di scendere in questa fogna.” Guarda un po’ anche Pardipal è un lettore di questo blog, però, chissà perché, non lo vuole ammettere. Consoliamoci, almeno ha ammesso che il suo blog è una lurida fogna e che lui si trova a suo agio, a differenza dei suoi compari che invece non lo ammetterebbero mai.

  12. La volgarità del Sior Erasmo permalink
    09/11/2012 8:30 am

    Che il sior Erasmo sia volgarissimo è cosa nota a tutti, ma credo che stavolta si sia superato: “Il sig.Topo ha mucose assai infiammate là dove di solito non si passa il dentifricio. Ma chissà.”

    A noi pare che al sior Erasmo prima o poi verrà un bel travaso di bile.

  13. Pardipal non riesce a darsi pace permalink
    09/11/2012 8:48 am

    La vittoria di Obama deve avere sconvolto la fragile psiche di Pardipal. Non a caso in questi giorni ha scritto la bellezza di ben tre, dicasi tre pipponi sulle elezioni americani, spaccando i maroni ai lettori con le sue opinioni da lettore parrocchiale del Foglio. E dire che in passato lo stesso Pardipal elogiava l’esportazione della democrazia in paesi come Iraq e Afghanistan vittime di dittatori come Saddam Hussein o di terroristi come Osama Bin Laden; guai a coloro che osavano contestare le teorie sull’esportazione della democrazia, in cambio sarebbero stati scomunicati dal cavaliere della tavola rotonda e dai suoi compari di branco. Ebbene, Pardipal non riesce ad accettare il verdetto elettorale, non ci sono appigli come i brogli, non può dire che quella di Barack è stata una vittoria di Pirro anche se i democratici non hanno la maggioranza in Congresso. Scrive pipponi sui sondaggisti, se la prende con la first lady, con la stampa americana e italiana asservita al potente di turno[non facevano così anche quando c’era Bush?], afferma, non rendendosi conto del ridicolo, che se avesse avuto la possibilità avrebbe votato per il candidato repubblicano facendosi spernacchiare persino da un suo fan dell’ultima ora che lo ha pubblicamente contestato per le sue scelte politiche; in sintesi si sta comportando in modo talmente sciocco che è riuscito in poco tempo a far scappare persino i fiancheggiatori più fedeli, solo perché un fesso che si crede un padre eterno in certi campi dello scibile come la politica estera, ne scrive talmente tante di scemenze alle quali nessuno dà credito, se non i fessi alla Erasmo o alla Cac.One.

  14. Quel fesso di Yossarian permalink
    09/11/2012 4:07 pm

    E’ l’unica persona al mondo che crede ai commenti apocrifi firmati sig.Train:” Sig Train, ma che cazzo si fuma? Cambi pusher perche’ quella roba le fa male.”
    Peccato che l’autore del commento è in realtà un topgonzo, caro Sior Yossarian, i suoi amici la prendono per il culo mentre lei fa la figura del fesso che abbocca all’amo.

  15. L'orgoglio di Sir Pardipal permalink
    10/11/2012 2:39 am

    Sir Pardipal si è imbufalito: “Yossarian non è né un fan né un fiancheggiatore. E’ una persona dotata di cervello (concetto per lei non comprensibile) con cui ci troviamo d’accordo su certe cose e in disaccordo su altre. E’ perfettamente normale e siamo ben contenti di discutere con lui, di condividere certe cose e di dissentire su altre. Le argomentazioni con cui motiva il suo disaccordo non le condividiamo, ovviamente (sennò la penseremmo come lui) ma sono ragionamenti logici con un fondamento. Per questo motivo i rapporti con Yossarian non sono cambiati, così come non sono mai cambiati con Teddy, Erasmo, red.cac. tutte le volte che ci siamo trovati in disaccoro con loro. Anche questo, ci rendiamo conto, è un concetto per lei incomprensibile.”

    Ok, Sir Pardipal, per cortesia,ci spieghi questo amichevole dialogo tra un suo compare di branco e Yossarian apparso su https://topgonzochainsawmassacre.wordpress.com/2012/09/19/paradossi-3/ apparso a sua volta nel blog di Galatea.

    Addendum: nessuno, Sir Pardipal, ha definito Yossarian fiancheggiatore, la migliore definizione che abbiamo per lui è quella di fesso, la peggiore è quella di voltagabbana. Legga il commento precedente apparso in questo thread nel quale Yossarian fa la figura del fesso perché non è capace di distinguere un topgonzo da Jazztrain.

    Attendiamo una sua risposta Sir Pardipal.

    “Lei non comprende questi concetti perché è una pecora del gregge: per sentirsi qualcuno deve trovarsi in un gruppo che non pensa, ma comunque si ritrova compatto su una linea di pensiero definita da qualcun altro. E’ una sua libera scelta, ma è una cosa deprimente.”

    Sir Pardipal, ma cosa scrive, non si renda ridicolo per cortesia. Ormai ha perso definitivamente quel po’ di ritegno che le è rimasto. A noi pare che quello che lei dice sia proprio l’esatto contrario. Lei lo chiama gregge, noi lo chiamiamo branco; cambiano gli addendi, ma non la somma; ergo, lei è soltanto un signor nessuno (come lo sono i componenti del suo branco) che prova rancore nei confronti del mondo perché i fatti hanno ancora una volta smentito le sue patetiche teorie politiche da bar sport.

    • 11/11/2012 2:28 am

      Lei non comprende questi concetti perché è una pecora del gregge“:

      Il sig. parsifal invece preferisce la pecorina: da parte degli altri topgonzi.

  16. 11/11/2012 2:23 am

    Questo topo merdoso continua a insozzare la nostra fogna a cielo aperto col suo lezzo persino in una fogna insopportabile.

    Sempre meglio di un anziano prof. ligustico panzone e sfigato, che non riesce a ingropparsi manco i vecchi travesta del porto di Genova.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: