Skip to content

Badilate di merda

19/03/2013
by

red. cac. ha detto…

p.s.
Quanto all’antropologia, quella classica è stata ridotta, a torto o a ragione, a un cumulo di macerie perché portava inevitabilmente a costatazioni razziali. E’ stata così sostituita dalla dicitura “antropologia culturale” – aggettivo che svuota di senso il sostantivo cui è riferito – perché gli antropologi non perdessero il lavoro.Oggi in realtà si ignora se esistano davvero le razze da principio o se l’umanità attuale derivi da una stessa razza attraverso mutamenti storici e culturali, o se addirittura siamo il prodotto di specie contigue ma non identiche. Non si sa, non si saprà mai ed è irrilevante saperlo. Però l’abitudine dei politicamente corretti è quella di sostenere a spada tratta l’ipotesi che più torna loro comoda. Negli ultimi 50 anni hanno preso una serie impressionanete di bastonate nei denti e con la genetica altre e più pesanti già volteggiano attorno al loro grugno: ma è pur vero che stronzi imbecilli come il sig. Lerner continuano a pontificare dal piccolo schermo. E che saranno mai, se sopportiamo un Lerner, un reggicoda topo gonzo, un somaro filosofico e un biologo?“.

Pensi, sig. cac., che noi invece nei Licei Classici sopportiamo docenti come lei:  che non sa un beneamato cazzo dei rapporti esistenti da quasi un secolo tra Scienze sociali e Filologia classica, ignora la lingua greca che in teoria dovrebbe insegnare, visto il modo infame con cui tratta il termine “antropologia”;  e perde definitivamente ogni minima dignità di persona, non dico colta, ma semplicemente informata, dato che ignora che per la genetica – non per gli umanisti in sedicesimo – nella specie umana le razze NON esistono.  Bestia.

Annunci
27 commenti leave one →
  1. Una battuta permalink
    19/03/2013 10:37 pm

    E’ vero, le razze non esistono, però esistono bestioni come Red. Cac. One

    • 19/03/2013 10:40 pm

      Infatti lui appartiene ad un’altra razza, quella delle teste di cazzo.

      • Sentiti complimenti permalink
        19/03/2013 10:43 pm

        per il bellissimo titolo… Rispecchia in pieno le qualità umane del personaggio in questione

  2. Pardipal e gli scacchi permalink
    19/03/2013 11:00 pm

    “Probabilmente gioca a scacchi mentre sta in aula.”

    “Manca solo che giochi a scacchi.

    Non è chiaro il motivo per cui Pardipal provi disprezzo nei confronti degli scacchi, una possibile ipotesi potrebbe essere che Pardipal, da fervente Cavaliere cristiano all’indefessa ricerca del Santo Graal, sia un seguace di Pier Damiani, un santo vissuto nell’ XI secolo. Tutti sanno che Pier Damiani scomunicò il gioco degli scacchi definendolo ““disonesto, assurdo e libidinoso.” Magari simile lettura avrebbe avuto effetti devastanti nella psiche di un represso come lo stesso Pardipal che da allora detesta coloro che praticano con diletto uno dei più bei giochi del mondo.

    • La risposta di Pardipal permalink
      20/03/2013 12:09 am

      “Non sapevamo che San Pier Damiani avesse scomunicato gli scacchi. D’altronde noi non disprezziamo il gioco degli scacchi, quindi per noi è del tutto irrilevante.”

      Prima di parlare di scacchi, Sior Pardipal, pulisca con l’acido muriatico quel cesso che ha al posto della bocca.

      • La risposta di Pardipal II permalink
        20/03/2013 12:19 am

        “A proposito, sig. Train: la Chiesa scomunica le persone, non le cose.”

        Solo un bigotto come lei poteva fare questa ridicola affermazione. Chi praticava il gioco veniva automaticamente scomunicato. Infatti, Pier Damiani fece scomunicare dal Papa il Vescovo di Firenze perché era un giocatore di scacchi.

  3. Le badilate di sterco del sior Erasmo permalink
    19/03/2013 11:48 pm

    Il sior Erasmo è un cittadino attento alla cronaca, talmente attento che in occasione dell’arresto fatto all’imprenditore Francesco Bellavista Caltagirone, ha scritto: “Che cos’hanno in comune il sig.Train e Francesco Bellavista Caltagirone, oggi nuovamente agli arresti? Una laurea all’Università di Catania. La motivazione per quella, honoris causa, del Caltagirone fu: «è un modello di cultura d’impresa da proporre ai nostri giovani universitari». Ignoriamo le motivazioni per quella del sig.Train, ma ci pare di capire come mai l’ateneo catanese si classifica al 50° posto fra le 58 università italiane.”

    Il sior Erasmo, pur di gettare badilate di sterco in faccia all’incolpevole Jazztrain [che lui chiama dispregiativamente Sig. Train], prende fischi per fiaschi. Già nel 2009 ci fu chi denunciò quella scandalosa laurea honoris causa avvenuta nella facoltà di Scienze Politiche, leggiamo quanto segue: Al Rettore dell’Università di Catania
    Al Preside ed al Consiglio della Facoltà di Scienze Politiche

    Sconcerto, meraviglia, e perplessità desta, l’assegnazione della laurea ad honorem, al sig. Francesco Bellavista Caltagirone, presidente della società dell’Acqua Pia Antica Marcia, che ha costruito sul Waterfront catanese un nuovo edificio al posto dell’ex mulino Santa Lucia, già famigerato per la morte di due operai durante le opere di demolizione.
    Lo stabile, attualmente sotto sequestro della magistratura per varie irregolarità è ricadente nell’area destinata a sede stradale e verde pubblico dal PRG.
    Come cittadini siamo molto curiosi di conoscere più a fondo i motivi che hanno spinto tanti della “intellighenzia catanese” ad associare alla propria casta il costruttore romano.”

    CittàInsieme
    Catania, 21 ottobre 2009

    Paragonare un blogger ad un costruttore arrestato per aver commesso dei reati, va ben oltre il reato di diffamazione a mezzo stampa, qui il sior Erasmo potrebbe incorrere nel reato di calunnia, poiché fa intendere maliziosamente che il blogger e il costruttore sono due delinquenti perché entrambi laureati nella stessa Università.

    • 20/03/2013 12:06 am

      Nessuna meraviglia: il sig. erasmo si conferma l’ennesimo prodotto di spermatozoi buttati al vento.

      • Peccato che permalink
        20/03/2013 12:43 am

        Gli spermatozoi abbiano generato questo essere inutile che si fa chiamare Erasmo.

  4. jazztrain permalink
    20/03/2013 8:18 am

    Scusa Thorgen, secondo te anche Erasmo appartiene alla razza delle teste di cazzo?

  5. 20/03/2013 1:29 pm

    No, per sua natura lui appartiene ad una razza più inferiore ancora, quella dei vermi, detta anche dei vili. Va peraltro segnalato che tra il suo livello e quello delle teste di cazzo – a fare da collegamento ideale tra i due – si colloca la razza delle merdacce, quella cui appartiene appunto il sig. merdoz.

  6. Merdasmo permalink
    20/03/2013 2:51 pm

    Secondo me il sig.Train si informava semplicemente sulla mia appartenenza etnica.

  7. quei perditempo dei topgonzi permalink
    20/03/2013 3:31 pm

    “Gente che perde tempo con gli scacchi trascurando i propri doveri. Siamo sicuri che succedesse solo nel medioevo?”

    Sior Erasmo, scrive fesserie pari alla sua ignoranza, lei ed i suoi tristi compagni di merende siete l’incarnazione del perfetto perditempo, mentre chi si dedica agli scacchi come hobby non sarà mai tale.

  8. Su Pier Damiani permalink
    20/03/2013 3:52 pm

    Legga qua. http://www.centurini.it/notiziari/557.htm :“Artefice della condanna era stato San Pier Damiani, il santo anacoreta che Dante ha messo nel suo Paradiso, allora cardinale di Ostia. In una lettera, la decima nella raccolta delle “Epistole”, nell’ottobre del 1061 scrisse a papa Alessandro II (Anselmo da Baggio, 1061-1073) di aver punito un vescovo fiorentino che a causa degli scacchi aveva totalmente trascurato i propri doveri religiosi, definendo il gioco degli scacchi «disonesto, assurdo e libidinoso» e chiedendone la messa al bando.”

    L’ostilità di Pier Damiani nei confronti degli scacchi deriva quindi dalla natura stessa del gioco che è in se disonesto, assurdo e libidinoso, pertanto, diciamo noi, può essere tollerato un simile gioco capace di portare alla perdizione persino un Vescovo di Santa Madre Romana Chiesa? Evidentemente no, caro Pardipal dei nostri stivali, la scomunica e la condanna al gioco deriva da questo; se lei non ci arriva, vuol dire che è un tonto o, nella peggiore delle ipotesi, è in totale malafede.

    P.S. Per noi, lei è il classico bigotto, e quando domenica andrà a Messa, confessi i suoi peccati prima di prendere l’eucarestia, non vorremo che anche il sacerdote si accorga della terribile puzza topgonzica. Se vuole definirsi pignolo faccia pure, la pignoleria è tipica dei cretini.

    Per concludere le diamo un consiglio, lasci perdere il torvo Pier Damiani e si ispiri a Santa Teresa D’Avila, proclamata protettrice degli scacchisti. Fesso!

  9. Medioevo prossimo permalink
    20/03/2013 4:02 pm

    Pardipal:“Lei sa che noi teniamo il medioevo in gran considerazione per alcuni aspetti.”

    Lo sappiamo, lei vorrebbe un papa teocratico, peccato che adesso abbiamo un papa gesuita d’ispirazione francescana.

  10. Le seghe di sagredo permalink
    20/03/2013 11:25 pm

    “Insomma, il vescovo si faceva troppe seghe mentali con gli scacchi trascurando i suoi doveri ecclesiali e per questo e’ stato scomunicato. Il signor Train, invece, quando si fa le seghe mentali non fa il suo dovere di quadrupede ma la quantità di seghe totali non cambia, cambia solo la loro natura: mentale o equina. Per me non va scomunicato ma, piuttosto, gli vanno ridisegnati i concetti di mente e corpo.”

    • Segafredo permalink
      20/03/2013 11:34 pm

      Mi frate Sagredo, poereto l’è un mona.

  11. Quel blasfemo di red. caz. permalink
    21/03/2013 4:32 am

    Sapevamo della sua minchioneria, sapevamo della sua imbecillità, non sapevamo quanto fosse blasfemo.
    Vedere un cazzone come Red.Caz. che si spaccia per Pier Damiani è troppo. Persino noi c’indignamo per questa ignobile bestemmia: “Non nominare il mio nome invano*[sic!] o dico al papa povero quanto ti è costato l’alluce opponibile e vediamo se non ti scomunica tutte e quattro le fidanzate.”

    Un inequivocabile esempio di hybris; prima o poi una durissima punizione dovrebbe capitare a questo vecchio maligno.

    * Che grandissima faccia di merda.

    • 21/03/2013 10:13 pm

      Il problema è che il sig. caz. è un coglione che insegna nella nostra scuola, ecco il punto.

  12. Merdasmo permalink
    21/03/2013 10:07 pm

    Che dire? Quante seghe che si è fatto lei, sig.Train. Se avesse messo tutto alla banca del seme, le banche cipriote al confronto sarebbero anoressiche.

  13. Da quale pulpito viene la predica permalink
    21/03/2013 10:11 pm

    “Si è visto dal dicembre 2011 che era un cacasotto. Adesso poi, che è in stato confusionale.”

    Impossibile Sior Erasmo, non esiste uno più cacasotto di lei.

  14. L'unico sport permalink
    23/03/2013 12:46 pm

    Che appassiona alla follia il sior Erasmo è il calcio:
    Erasmo

    23 marzo 2013 at 06:21

    Non è questione di intendersi di calcio, ma di etica e dignità dell’uomo. La maglia della Juve non si mette.

    Mah!

  15. Le balle del sior Erasmo permalink
    23/03/2013 8:34 pm

    “Vediamo, sig.Train. Anche su una caccola così breve c’è molto da dire. Il concetto che lei voleva esprimere era: Erasmo si appassiona di calcio, mentre ci sono altri sport molto più nobili. Così non è espresso bene, perché lei inserisce ridondanze anche in caccole brevissime. Dov’è la ridondanza? Nella contemporanea presenza di unico e alla follia. In questo modo, non si esclude che io sia appassionato di altri sport: anzi, si deve intendere che ce ne siano altri, ma che il calcio sia semplicemente quello preferito. Potrei essere appassionato di rugby, o persino del nobil juoco, o della regina dei juochi, la dama internazionale che si juoca con una damiera 10X10, che risulta avere 100 caselle. Ma non ne sono troppo certo: le spiacerebbe tirarla fuori e contarle? Mi dia il risultato separatamente per le caselle bianche e quelle nere, per favore.”

    Queste balle le racconti a sua madre o a sua zia.

  16. Damista internazionale permalink
    24/03/2013 8:47 am

    ..o della regina dei juochi, la dama internazionale che si juoca con una damiera 10X10, che risulta avere 100 caselle. Ma non ne sono troppo certo: le spiacerebbe tirarla fuori e contarle? Mi dia il risultato separatamente per le caselle bianche e quelle nere, per favore.

    Sior Erasmo, sua madre non le ha mai regalato un pallottoliere? Utilizzi quello e imparerà a contare, puoi quando imparerà a distinguere i colori, a meno che non sia daltonico dalla nascita, riuscirà a capire la differenza tra case bianche e case nere. Ora che balla ci racconterà, che da ragazzo giocava a dama con Ton Sijbrands?*

    * Fuoriclasse olandese che diventò nel 1972 Campione del Mondo di dama internazionale.

  17. 24/03/2013 9:15 pm

    Marcoz

    18 marzo 2013 at 17:44

    E non stiamo a dire dei fiancheggiatori“.

    Si scrive “fiancheggiatori”, si legge “pezzi di merda”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: