Skip to content

Uno di meno!

11/10/2013
by

Questo blog è lieto di annunciare che Erich Priebke ha finalmente tirato le cuoia. Proponiamo di gettarne l’infame carcassa ai maiali, ma abbiamo ragione di pensare che anche questi ultimi ne avrebbero schifo.

Annunci
11 commenti leave one →
  1. 11/10/2013 11:36 pm

    Peccato che i familiari delle vittime non abbiano trovato giustizia.

    La morte è una punizione troppo lieve per un criminale come Priebke.

    • 11/10/2013 11:47 pm

      Le merdacce come Priebke meritano di morire sotto tortura. Naturalmente nel modo più lento e doloroso possibile.

  2. 11/10/2013 11:56 pm

    PS: a proposito di merdacce, notare il commento di questo essere in margine ad una vergognosa faccenda di antisemitismo:

    Dovrebbero rifletterci
    se tutto il mondo pensa di loro la stessa cosa.

    Commento inviato il 2013-10-11 alle 20:03:21 da Forzanovista

    http://www.leggo.it/index.php?p=articolo&sez=news&ssez=esteri&id=338281

  3. Ignobile commento permalink
    14/10/2013 5:47 pm

    Ignobile commento apparso su topgonzia

    Abbiamo sempre sostenuto che certi loschi figuri siano a dir poco imbarazzanti persino per i topgonzi. Leggete questo orrendo commento scritto da un losco personaggio: Mi perdoni il Topo, ma il punto uno è completamente sballato. Se dal punto di vista partigiano la guerra è guerra, e in guerra tutto è lecito, dal punto di vista militare, giuridico e civile (la sto citando) la rappresaglia è assolutamente non solo ammissibile, ma legittima; tanto è vero che le condanne per le Fosse Ardeatine furono comminate non per l’eccidio, ma perché vennero uccisi alcuni prigionieri in più rispetto alla proporzione 1:10, che anche a Norimberga fu ritenuta giustificata. Certo oggi la sensibilità , almeno la nostra, è cambiata, ma il diritto di rappresaglia è stato sempre riconosciuto ed esercitato, ed era all’epoca dei fatti regolato dalle convenzioni dell’Aja (primi del ’900) e di Ginevra (fra le due guerre), vietando solo che ad essere sacrificati fossero militari prigionieri di guerra. D’altra parte, rappresaglie ne facemmo anche noi, sia in Jugoslavia che in Africa. Quindi sì, in effetti sotto molti punti di vista le Ardeatine sono figlie di un atto deliberato del PCI clandestino, che poi ne premiò gli artefici, tanto per cambiare, con un bel vitalizio da parlamentare. E molto ci sarebbe anche da dire sul criterio di scelta dei prigionieri da macellare, la cui luista, non si sa da chi fornita, comprendeva molti antifascisti non comunisti o comunisti sì, ma trotzkisti: nessuno del PCI. Chi sapeva – se non erro, il direttore di Regina Coeli – venne linciato durante la liberazione….

    Le tesi dei fascisti: 1)la rappresaglia era legittima (ma non era stato detto che se si fossero consegnati gli autori dell’attentato la popolazione civile sarebbe stata risparmiata?
    2) l’unico errore è stato quello di metterne 10 in più (10 in più, 10 in meno, cosa volete che siano);
    3) la colpa del massacro è stata dei comunisti, perché se non avessero scatenato l’attentato contro le truppe occupanti, non ci sarebbe stata rappresaglia.

    Continuate pure a dare spazio a questi ignobili personaggi che continuano a giustificare l’occupazione militare di Roma, che continuano a gettare fango sulle vittime della cieca rappresaglia nazi-fascista scatenata contro civili innocenti, e che continuano a giustificare un crimine di guerra commesso da aguzzini come Kappler e Priebke.

  4. 14/10/2013 5:57 pm

    Questo pezzo di merda nazista andrebbe dato in pasto alla comunità ebraica di Roma.

    PS: chissà come prenderebbero il suo commento i siti internet ebraici e sionisti d’Italia…

    • La follia di barbara. permalink
      14/10/2013 7:08 pm

      Incredibile, invece di sfanculare l’ignobile individuo, Miss Barbara scrive un commento come questo: “Sorry… no, NON esiste alcun diritto alla rappresaglia.

      E questa rincitrullita discute con un nazista? Siamo impazziti? Un personaggio del genere merita di essere bannato per sempre.

      • 14/10/2013 7:37 pm

        “Sorry”, un emerito cazzo. Ma del resto, pronunciata da chi sostiene un’ideologia che ha combinato anch’essa le sue belle porcherie, la frase in questione non deve meravigliare.

      • Continua permalink
        14/10/2013 7:58 pm

        a scrivere merdate: Vale la pena di notare che può apparire paradossale, ma le finalità della rappresaglia vorrebbero essere umanitarie: infatti, lo scopo sarebbe quello di tenere completamente separate le popolazioni civili dalla guerra: mai sarebbe ammessa una rappresaglia per un atto militare, cioè compiuto da militari in divisa.

        Sembra un perfetto gerarca nazista.

  5. 14/10/2013 8:03 pm

    Lo è nell’animo: quello di un verme.

  6. 14/10/2013 8:03 pm

    Totally O.T. :

    11 ottobre 2013 a 6:22 PM

    sig. merdasmo

    Va bene, abbiamo capito che Manfredi Beruschi è il sig.Train. Ma chi cazzo è questo Manlio Beruschi? A occhio, sembrerebbe un figlio di puttana. Apprendiamo anche che è il fratello di Manfredi. Che in realtà è il sig.Train. Stiamo facendo un po’ di confusioni con le parentele, ma la linea dinastica per parte di madre ci pare chiara.

    Il sig. merdasmo ha l’abitudine di attribuire alle mamme altrui la professione della sua: la differenza tra i due ruoli non dev’essergli ancora chiara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: