Skip to content

Clamoroso al Cibali: autogol di Barbara

12/11/2013
by

Clamoroso autogol  alla Niccolai segnato nel blog topgonzico; autrice  di questo splendido gesto, che rimarrà impresso per sempre nella memoria,  è la mitica Miss Barbara: “Le cose che ha detto all’epoca [Stefania Ariosto n.d.r.] le ha tutte documentate. Così come è documentata la persecuzione disumana a cui è stata sottoposta. Sfido chiunque a non uscire di testa in quelle condizioni.”

Non mettiamo in dubbio le sue parole, Miss Barbara, ma parlare di “persecuzione disumana” in casa topgonzica è apparso ai suoi compari di merende inopportuno; a loro è sembrato che si  “parlasse di corda in casa dell’impiccato”, pertanto, crediamo che il suo commento non sia stato gradito da Merdasmo, costretto in questo caso a fare “buon viso a cattivo gioco.”

Annunci
20 commenti leave one →
  1. Senza parole permalink
    13/11/2013 2:26 pm

    Barbara:
    blogdibarbara

    novembre 11, 2013 alle 16:42 ∞

    Il fatto è che farlo fuori all’epoca delle operazioni in Libano[Arafat, n.d.r.], inizio anni Ottanta (quando avrebbero voluto e potuto, ma è stato posto il veto), avrebbe permesso di salvare migliaia di vite umane, e quindi sarebbe stata un’azione, oltre che gratificante, anche socialmente utile; farlo fuori quando ormai non solo era un rottame coi giorni contati ma anche del tutto ininfluente fra la stessa dirigenza palestinese, non avrebbe cambiato niente per nessuno.

    La giustificazione dell’omicidio politico e del terrorismo di stato come strumento di lotta politica. E poi si lamentano se li chiamiamo fascio-leghisti.

    • 14/11/2013 11:07 am

      Del resto, però, sono vecchie posizioni di M.me che nessuno di noi può pretendere ch’ella rinneghi. Alla sua età, poi.
      Io piuttosto vorrei, come diceva Frassica, spezzare un’arancia in suo favore, per la dichiarazione sulla Ariosto che certo deve aver smosso e rinfocolato più di un’emorroide in molti culi fascio-lego-berlusco-tropstronzici.

      PS. Ehi, ragazzi, sarà mica grave? Negli ultimi due mesi son già due volte che dico “chapeau!” per un commento di M.me Barbarà.

      • Montoro permalink
        14/11/2013 2:11 pm

        Nessuno ha chiesto di rinnegare le sue posizioni; si voleva solo evidenziare un problema: di fronte a una questione particolarmente complessa come quello israelo-palestinese, la soluzione che propone costei è quella dell’omicidio politico dei leader palestinesi più importanti, non importa se questi appartengano ad Al Fatah o Hamas, l’importante che questi vengano freddati, magari per mano del Mossad o trucidati dall’esercito israeliano, per la sicurezza di uno stato in perenne guerra contro il mondo arabo come quello israeliano.

        Sull’Ariosto: abbiamo notato che il commento della Miss in un contesto come quello topgonzico appare del tutto fuori luogo. La Miss ha creato imbarazzo nei confronti di Merdasmo che è stato notoriamente un implacabile persecutore (probabilmente un persecutore ai limiti della disumanità) nei confronti di coloro che ha definito fessi dall’alto della sua insopportabile boria.

      • 14/11/2013 8:04 pm

        Volevo solo annotare che il fatto che M.me si dimostri un’integralista per la quale, fuori della sicurezza di Israele, tutto – uomini e princìpi – ha al massimo la dignità d’una scorreggia era noto alla questura. Mentre certe posizioni sul Berlusca denotano una certa indipendenza d’idee dal branco immondo che pure si ostina a frequentare. Chissà, magari insiste a farlo per non sentirsi troppo sola, poverina, proprio come pare accadesse a certe vittime di Landru.

  2. Xavier permalink
    16/11/2013 6:57 am

    Hai detto bene, è una integralista. Naturale conseguenza del suo integralismo, è il fanatismo. Pertanto è impossibile dialogare o tentare di fare discorsi razionali con una fanatica. Questa poveraccia sa far bene solo una cosa: parlar male del prossimo, possibilmente coprendolo di contumelie, non avendo seri argomenti da contrapporre; questo la accomuna ad altri personaggi di nostra conoscenza che vivono solo per gettare fango a coloro che detestano e che continuano, come dice la Miss, nelle loro quotidiane “persecuzioni disumane”.

    Si legga questo passo, nel quale rivela urbi et orbi la sua “umanità”; qui emergono alla grande tutte le sue frustrazioni: …ma se gli rivelassi che possiedo una risposta cartacea manoscritta di Umberto Eco, che ho cenato con Gian Antonio Stella, che sono stata nella camera da letto di Magdi Allam (all’epoca in cui era una persona per bene, o per lo meno ci si illudeva che lo fosse), che moni ovadia, all’epoca in cui era una persona per bene, o per lo meno ci si illudeva che lo fosse, si vantava pubblicamente di godere del privilegio della mia amicizia, tu dici che c’è speranza di fargli venire un coccolone?

    Che pena, una prece.

    • 16/11/2013 12:47 pm

      Per la serie: “Il Gagà aveva detto agli amici”. Sebbene, avessi anche per un solo attimo della mia vita frequentato la camera da letto di Magdi Allam, più che la voglia di sbandierarlo in giro, mi avrebbe divorato – ad essere ottimisti – un forte impulso alla più intima delle rimozioni. E, a pensarci bene, non parlo neanche tanto per ipotesi, avendo intrattenuto rapporti di grande familiarità (non tuttavia in senso biblico) con la versione femminile (non faccio nomi) di Magdi Allam, moglie di un mio carissimo vecchio amico.
      Ma, a parte questo, mi pare che M.me Barbarà – tranquilamente concessale la veridicità delle rivelazioni proposteci, che in fondo, senza voler sminuire, non riferiscono esattamente di apparizioni di santi o madonne – fosse animata, più che dal gelo della riservatezza, da un evidente fuoco divulgatore.
      Bè, vabbene, M.me, ora lo sappiamo con che pezzi da novanta lei usi andare a cena e a letto (a meno che lei sia capitata nella stanza di Magdi solo per ammirare la sua famosa collezione di cilici di carta vetrata grossa). Resta allora da capire cosa ci faccia una signora del gran mondo raffinato e intellettuale in un cesso smerdacchiato e puteolente come tropstronzo.

      POSCRITTO. Tòglimi una curiosità, Xavier: chi era il soggetto che avrebbe dovuto farsi venire “un coccolone” di fronte all’esibizione di tanta patetica vanagloria?

  3. Xavier permalink
    16/11/2013 1:36 pm

    Il soggetto in questione sarebbe nientepocodimenoche Jazztrain, chi altri?

    Addendum: Vanagloria, altro termine indovinato.

  4. Oi dialogoi permalink
    17/11/2013 3:59 pm

    Barbara :“Se non ricordo male è stato con te che ad un certo momento si è messo in testa che ti chiamassi Manlio Beruschi e ha preso a divulgare urbi et orbi la tua presunta identità, vero?”

    Erasmo:“Gliel’ho fatto credere io di avere quel nome, e lui per anni a cercare riscontri negli elenchi telefonici, nelle liste di leva, nei necrologi, nei registri delle parrocchie.”

    Non è normale che un tizio sia così stupido da arrivare a vantarsi per aver dato in pubblico false generalità. Se non fosse stupido, non sarebbe Erasmo topgonzo.

  5. Le risposte idiote di Merdasmo permalink
    18/11/2013 4:55 am

    Merdasmo: “aver dato in pubblico false generalità”. Lei ha la vocazione del carabiniere, sig.Train. E sa quante barzellette sarebbero scaturite da un suo arruolamento

    Se fosse stato carabiniere, altro che barzellette: l’avrebbe immediatamente denunciata per false generalità (Manlio Beruschi) e per offese a pubblico ufficiale. Forse, dopo una denuncia del genere, le sarebbe passata per sempre la mania di millantare identità fittizie in internet truffando il prossimo con la tecnica del catfishing*.

    *Non so se è a conoscenza del fatto, sig. Merdasmo che personaggi come lei che navigano in rete sono chiamati “catfish”,
    Su MTV esiste una serie televisiva nella quale i catfish sono smascherati, le auguriamo che non accada una cosa del genere anche nel nostro paese, non vorremmo che a qualcuno venisse la brillante idea di fare una serie TV su MTV pure qui ispirandosi direttamente al format americano: se dovesse capitare, lei correrebbe seri rischi di essere smascherato in pubblico e il suo anonimato andrebbe definitivamente a farsi fottere.

  6. Senza parole permalink
    20/11/2013 7:08 am

    Varrebbe anche la pena di osservare che le piogge che hanno devastato la Sardegna, ed in particolare Olbia, non hanno minimamente fatto danni nella dirimpettaia Corsica.

    Cosa vi succede, come mai non sfottete i sardi e il “sig. Train”, come lo chiamate voi, per quello che è accaduto nel Nord-Sardegna? Eppure dovrebbe essere per voi una occasione d’oro per coprire di contumelie colui che con sommo disprezzo chiamate “sig. Train”. Vi siete improvvisamente ammutoliti, brutti vigliacchi? Non avete più il coraggio di sfotterlo? Non fate più i gradassi, brutti imbecilli? Non infierite più? Ma andate a farvi fottere, merde che non siete altro.

    • 20/11/2013 12:47 pm

      “Varrebbe anche la pena di osservare ….”
      Ma lascia perdere, a che pro procurare certe inutili pene al tuo cagionevole cervellino? Altrimenti dovresti chiederti anche perché le pesanti alluvioni che hanno colpito negli ultimi anni la maremma toscana e in parte quella laziale non abbiano provocato fenomeni della stessa gravità in provincia di Roma o di Terni, oppure la ragione per cui il tifone che ha devastato le Filippine ha fatto solo una trentina di morti in Vietnam.
      Gli è, imbecillotto, che i fenomeni meteorologici – specie le cosiddette bombe d’acqua dello stesso genere di quella che ha tempestato il nord della Sardegna – non colpiscono in modo omogeneo il mondo intero in uno stesso momento ed esiste sempre un confine oltre il quale il singolo grave fenomeno non si manifesta più come tale o non si manifesta affatto.

  7. Fantadialogo permalink
    22/11/2013 10:33 am

    Non è accaduto, ma noi lo costruiamo con un classico copia ed incolla per far divertire i nostri lettori. Utilizziamo un metodo particolarmente apprezzato e/o utilizzato da Merdasmo.

    Barbara: Galatea è scema, non c’è niente da fare, è scema dalla testa ai piedi.

    Galatea: Questa Barbara, non so chi sia.

    Non è andata così, questo dialogo è di nostra invenzione, però noi crediamo veramente che a Galatea di quella Telchina di Miss Barbara non importi proprio un fico secco.

  8. Per la serie permalink
    23/11/2013 11:27 am

    Facce come il culo; Merdasmo: Vedo che il Topo si spazientisce perché non sfottiamo chi subisce un’alluvione. Dovremmo, secondo lui, prendere per il culo i malati terminali, sbeffeggiare vedove e orfani ai funerali, tirare sassi ai terremotati. A quel punto, saremmo pari a quelli che considerano “paralitico in carrozzella” un insulto.

    Memoria labile, sig. Merdasmo, che fa, predica bene e razzola male? Le ricordiamo che è solito utilizzare come insulto il termine ritardato mentale.
    Addendum: inutile dire che il post da voi copincollato è un falso, almeno noi abbiamo il pudore di dire che il dialogo tra miss Barbarozza e Galatea lo è altrettanto; ma noi non inganniamo i nostri lettori come fate voi con i vostri.

    • 23/11/2013 1:36 pm

      Il falso è il loro ossigeno. Aggiungici che i taroccamenti messi di volta in volta in atto da un tropstronzo non si limitano ad infinocchiare i lettori o i fiancheggiatori, traendo facilmente in inganno anche gli stessi altri tropstronzi, tutti abbastanza fessi per abboccare a simili truffaldini e miserevoli espedienti. E’ come rubare la classica caramella ad un bimbo. Eccoteli in effetti tutti lì, in fila, a commentare e sbeffeggiare il commento taroccato, cioè il nulla. Cioè il vuoto pneumatico dei loro crani.
      La cosa però più singolarmente divertente è che ognuno di loro casca ineluttabilmente nel tranello dell’altro senza mai sospettare nulla. Chissà, magari possiamo riassumere così il rudimentale (quanto per loro fatale) ragionamento del tropstronzo tipo:
      1) ogni tropstronzo si ritiene l’unico tropstronzo in grado di inventarsi simili, per così dire, spiritosi trabocchetti;
      2) ogni tropstronzo non arriva perciò a sospettare negli altri sufficiente malizia per fare altrettanto;
      3) ogni tropstronzo finisce col bersi tranquillamente come vere le panzane di qualsiasi altro tropstronzo, appunto perché ritenuto non sufficientemente malizioso da inventare panzane.

      Chiamarlo circolo vizioso è poco.

      • Noi siamo qui permalink
        23/11/2013 1:51 pm

        …e denunceremo sempre i taroccamenti, le menzogne che quei calunniatori di topgonzo fanno a voi.
        Non è un nostro problema se ci sono coloro che credono alle menzogne dei topgonzi e che commentano sul nulla, sono loro a fare la figura dei fessi, non le vittime.

  9. Le ultime parole famose permalink
    24/11/2013 9:14 am

    Merdasmo: Il sig.Train è moderatamente soddisfatto, e quando vede i fatti di Genova pensa che non lo riguardino. Sbaglia.

    Peccato che abbia fatto i conti senza l’oste, il nostro moralista del piffero: “Sciopero finito, i bus tornano a circolare.”

    Che figura, sig. Merdasmo, che figura.

  10. Oi dialogoi permalink
    25/11/2013 8:14 am

    Top Ganz è andato dal Duca Alfonso tentando di spiegare, a nostro avviso inutilmente, la scorrettezza dei topgonzi nel manipolare i commenti.

    Risposta del Duca: Fatico a seguire.

    Non c’è peggior sordo di chi fa finta di non capire, ma ecco che improvvisamente dalla fogna emerge Merdasmo
    .

    novembre 24, 2013 a 11:15 pm
    Erasmo

    Ormai, a furia di coda alla vaccinara, le arterie del sig.Topo sono pochissimo irrorate.

    A furia di mangiare fagioli Lamon, la faccia di culo di Merdasmo, non fa altro che emanare rumorose e puzzolentissime scorregge. Deve essere disgustoso frequentare simile personaggio.

    http://giovannifrancescosagredo.wordpress.com/2013/11/19/lotta-di-classe/#comment-1102

    • 25/11/2013 12:01 pm

      In effetti, quelli che fanno opera di bene – o almeno ci proviamo – nei confornti dei fessi di questo mondo siamo noi, altro che i tropstronzi. Io ci ho provato con GFS (trànghete!) a fargli capire che quelli là prendono per il culo lui e quelli come lui, non altri, costruendo – col metodo frankenstein – dei fessi fantoccio in realtà inesistenti. Ma, come forse tutti i benefattori, io e voi siamo degli illusi utopisti: la cosa non c’è proprio verso di fargliela entrare in zucca. Gli è che quei minus habens dei fiancheggiatori/lettori/simpatizzanti di tropstronzo (ma in fondo gli stessi redattori) non possono rinunciare all’idea – non meno romantica ed illusoria dei nostri tentativi di svegliarli – che esistano fessi più fessi di loro. E il naufragar gli è dolce in quella merda.

  11. Noi permalink
    25/11/2013 2:13 pm

    pensiamo che il Duca Alfonso sappia benissimo quello che dici e che fa finta di non capire.

    Vorremo vedere cosa direbbe il Duca se qualcuno per celia gli copiasse un commento e lo piazzasse qui.

    • 25/11/2013 6:53 pm

      E’ proprio questo il punto oltremodo curioso della faccenda, perché non si vede assolutamente a chi o a cosa questo “sapere benissimo quel che dico e far finta di non capire” possa giovare, o quale senso possa avere in assoluto. Al punto che l’unica spiegazione presumibile resta la loro immane, inarrivabille e irredimibile (*) fessaggine.

      (*) “Lui è’r cane. ‘O chiamo Bobby: lui ce tiè” (Fabrizi, nella macchietta del cacciatore). Ho scritto “irredimibile”: loro ce tengono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: