Skip to content

Questo blog è in lutto

20/01/2014
by

Diamo la triste notizia della morte del direttore d’orchestra Claudio Abbado, oggetto di sarcasmo da parte dei fascio-leghisti quando ottenne il laticlavio dal Presidente della Repubblica Napolitano, per poi essere pianto con lacrime di coccodrillo da chi lo definiva, quando lo stesso Abbado era in vita, “una specie di boldrino filocastriano.” Noi lo ricordiamo con questo link https://topgonzochainsawmassacre.wordpress.com/2013/08/30/questo-blog-fa-i-complimenti-al-neo-senatore-a-vita-claudio-abbado/ e con questo video nel quale denuncia la miope politica dei tagli alla cultura.

Annunci
18 commenti leave one →
  1. Setticlavio permalink
    20/01/2014 6:58 pm

    Segnaliamo questo articolo apparso su Giornalettismo nel quale si ricordano le critiche per la nomina a Senatore a vita di Abbado. http://www.giornalettismo.com/archives/1310369/claudio-abbado-e-le-critiche-per-la-nomina-a-senatore-a-vita/

  2. 20/01/2014 10:31 pm

    Peccato invece che nessuna delle nullità tropstronziche abbia ancora tirato le cuoia.

  3. 21/01/2014 1:22 pm

    Di là i tropstronzi, lungi dal tirare le cuoia (con tutti i grandi personaggi che il destino ha fatto invece morire negli ultimi mesi), continuano a coltivare uno dei loro passatempi preferiti, quello di postare commenti farlocchi o copincollati/manipolati da altri luoghi. A loro mi sento in dovere di fornire solo poche precisazioni.

    Guardino signori – specie lei, Sig. sefirmante “Myollnir” – che, commentando alcuni mesi fa la nomina a senatore e non la morte di Abbado, io non parlavo affatto delle mie fisime politicoidi (certo, magari ognuno avrà le sue e anch’io avrò le mie, che però saranno ben altre), bensì di quelle di Merdasmo: è lui che associa il termine “comunista” a gente come Fellini, Eduardo, De André, Pasolini, Monicelli, Fo, Visconti, De Sica, Tabucchi, Pratolini e a un po’ tutta la cultura italiana degli ultimi cent’anni. E in ciò si ritrova a braccetto con tutti gli altri fascio-leghisti d’Italia, come lei, ad esempio, o come ceffi tipo Berlusconi, Salvini, Bossi, Bondi, Giovanardi, Dell’Utri, ecc..

    Quanto al sottoscritto, quello che penso io, invece, voi potete solo sognarvelo di vederlo scritto di mio pugno nel vostro cesso. Merdasmo & C.(=Cacca) possono durare cent’anni a pubblicare miei pretesi commenti, tutti falsi perché inventati di sana pianta o anche solo perché copiati altrove, in altro e ben diverso contesto: le loro rimarranno sempre e soltanto ingiurie e questo vezzo resterà per sempre il loro unico frustrante modo di trastullarsi, quando non procuri loro – più verosimilmente – solo dei grandi ed emorroidali rodimenti di culo.

    Piuttosto, venite qui a commentare quel che scriviamo, o nel blog di JT, nel mio e in ogni blog dove lasciamo i nostri scritti, se avete un grammo di dignità e di sicurezza in voi stessi. Noi non banniamo proprio nessuno, come invece fate voi istituzionalmente e molti dei vostri fessi fiancheggiatori. Sapete, la gente non è mica tutta stupida come voi, e lo capisce bene che bannare, falsare e in genere conculcare il diritto di espressione sono segnali di grande debolezza. E vi garantisco che per voi, visti da fuori, non sono certo quelli gli unici.

    • Gastone permalink
      21/01/2014 3:51 pm

      Siamo a conoscenza del taroccamento dei commenti di JT e TG, non sappiamo se ne sono a conoscenza i commentatori di quel blog; ne dubitiamo, altrimenti non si comprenderebbe il motivo per cui dialoghino con dei fake come se fossero gli originali.

      Non sappiamo per quale motivo i topgonzi devono comportarsi in maniera scorretta nei confronti di JT e TG. Che piacere c’è a barare e/o imbrogliare due che sono considerati fessi? Non lo abbiamo mai capito.

      • 21/01/2014 5:35 pm

        Caro Gastone, il motivo per cui dialoghino coi fake è che sono tutti, tropstronzi e fiancheggiatori, abbastanza fessi da ignorarlo o da trovarci ugualmente gusto. Ma può essere pure che uno o due tropstronzi un cicinino più evoluti si divertano segretamente a leggere le repliche dei fessi, specie delle fesse (*) – particolarmente fesse, occorre dire – ai commenti farlocchi.

        NOTA (*). Le due più fesse, Nonna Frigne e Sora Rachele, sono tuttavia quelle nei confronti delle quali non riuscirò mai a provare anche un’ombra di disprezzo, tanto meno di acrimonia. La loro fessaggine è fatta in parte preponderante di pura ingenuità, e nei loro commenti si trovano rarissimamente ombre di malizia e, ancor più eccezionalmente, ombre di autentica malevolenza. A pensarci bene, però, sento di poter dire la stessa cosa anche delle altre, le quali – anche quando si dimostrano più animose – lo fanno solo perché indottevi dal maligno inganno tropstronzico, che le rende cieche e prevenute fuor di luogo, poverine. E questo, l’abuso, nel prossimo, delle più schiette e lodevoli povertà di spirito e fragilità, è forse la colpa peggiore che si possa in tutta legittimità rimproverare ai tropstronzi.

  4. 22/01/2014 7:21 pm

    Questo post
    http://topgonzo.wordpress.com/2014/01/21/post-color-cacca/#comments
    e il thread che ne defluisce nella turca tropstronzica sanciscono (per chi avesse ancora bisogno di questa conferma) in modo chiaro, persino onestamente chiaro direi, la natura oltranzista filo-berlusconica (cioè fascista) di Mercasmo & C.(= Cacca).

    • jazztrain1 permalink
      22/01/2014 7:39 pm

      Se ne parlerà a tempo debito e in un thread ad hoc. Provo nausea nel parlare di certi personaggi in un thread dedicato al compianto direttore d’orchestra Claudio Abbado.

  5. 23/01/2014 12:54 pm

    Tonia: piccole/i tropstronze/i crescono. L’allevamento, del resto, ha dato nel tempo assai poche delusioni. Ignoblesse oblige.

  6. 23/01/2014 1:48 pm

    Scusate, ma devo segnalare tutta l’infame abiezione di Merdasmo. Qui:
    http://ilblogdibarbara.wordpress.com/2014/01/13/camere-a-gas/#comment-10225

    • jazztrain1 permalink
      23/01/2014 6:53 pm

      Non lo scopriamo oggi, caro TG; lo sappiamo benissimo che il personaggio si comporta in modo abietto; va da Barbarella e l’aizza contro di noi, va da Rachele e fa altrettanto, va da un altro blogger e così via. Capisco benissimo il fastidio che provi per il comportamento scorretto del personaggio, purtroppo non possiamo farci nulla, non cambierà mai e protestare non serve perché è inutile farlo; vive di queste cose e prova piacere nel causarci fastidio.
      La colpa, però, non è del tutto sua, semmai è quella dei titolari dei blog che gli permettono tutto e non spendono una parola per le sue mascalzonate. Se i proprietari fossero seri e non complici delle sue malefatte, gli direbbero di smetterla di dire gratuite malignità. Purtroppo succede che costoro, invece di fare il loro dovere, fanno i pesci in barile: gli consentono qualunque cosa e lui ne approfitta perché si sente impunito.

      TG, se ti può consolare pensiamo al grande Ettore Petrolini che una volta reagì così ad un ascoltatore che lo molestava durante un suo spettacolo: “Io nun ce l’ho cò te ma cò quelli che te stanno vicino e nun t’hanno buttato de sotto.

      Questo è il messaggio che dobbiamo mandare ai proprietari dei blogger che lui frequenta, se sono corretti allora lo recepiscono, se sono in malafede come lui, ne prendiamo atto e li mandiamo cordialmente a quel paese.

      • 23/01/2014 8:02 pm

        JT, conoscevo quella battuta e ammetto che calza proprio a pennello. Ora, nonostante tu abbia naturalmente ragione, o forse proprio perché hai ragione tu, ho di nuovo provato a muovere il buon senso di M.me Barbarà e a farle capire – non so ancora se mi pubblicherà – che la sua nomea avrà sempre poco da guadagnare nel dare sempre e comunue sponda a Merdasmo, persino quando infama gratuitamente in questo modo (mi ha dato del nazista come poteva darmi del pedofilo o del ladro di professione). Come si diceva Shakespeare di Jago, Dio solo sa perché.

        Quanto a lui, sono andato direttamente e schiettamente nel suo blog, non in altri, per dirgli quanto mi faccia vomitare questa sua incapacità di argomentare ovunque e qualunque cosa senza dovere denigrare e calunniare chi solitamente non concorda con lui e anzi fa le pulci a tutte le sue cazzate. Naturalmente, il pesce di latrina si è ben guardato dal pubblicare la più che legittima e leale protesta di un calunniato.

    • 28/01/2014 6:20 pm

      Carissimo Top, è fin troppo noto che il sig. Merdasmo si compiaccia, nella sua pusillanimità, di tendere trappole linguistiche alle persone perbene come te, che sono moralmente il suo esatto contrario, e propter hoc. Ergo, mi permetto di darti un consiglio fraterno: dato che anche qui di banalissimo tranello si trattava – ché il suo deficiente autore non è capace di far di meglio – direi, d’ora in poi, di non dar più retta a tali suoi demenziali giochetti, quand’anche si presentino come allusioni alla tua persona o a quella di chiunque di noi qui. Un abbraccio.

      PS: e un cordiale vaffanculo al sig. Merdasmo.

      • 28/01/2014 9:31 pm

        Hai ragione tu, fin troppo, Thor. Ma cosa vuoi, siamo pur sempre esseri umani, e se uno ti dà gratuitamente del nazista-negazionista, proprio perché siamo persone perbene e non dei farabutti come lui, è comprensibile reagire esprimendo tutto il voltastomaco che siffatti figuri e siffatti comportamenti ci procurano.
        Lui, poi, mena il can per l’aia sostenendo che io gli darei continuamente del fascista e del razzista e che di ciò mi dimenticherei quando mi scandalizzo delle sue infamie. Stronzate: io non gli ho mai dato neanche il più pallido spunto per sostenere, ad esempio, la sua accusa di negazionista, che pertanto resta gratuitamente infamante. Se ne trovasse anche soltanto uno, sarei estremamente sollecito nel chiedergli scusa e a fare ammenda di ciò che sto scrivendo. Ma il fatto è che Merdasmo è aduso attribuire agli altri, più in generale, specie a chi non gli garba, opinioni non suffragate da alcunché, che vanno comunque ben oltre o prescindono del tutto dalle loro affermazioni. Come quando qualcuno dà del cornuto all’automobilista che non si ferma alle zebre pedonali, per mera ripicca. Invece lui, da quando lo conosciamo, ha affermato (sul conto degli islamici, ad esempio, ma anche di avversari ideologici o personali) una lunga pletora di limopidissime infamie che lo qualificano chiaramente come fascista e razzista. Uno Sgarbi, se possibile, ancor più odioso e irritante dell’originale, di certo infinitamente più sordido e squallido. Da sottovia di tangenziale, per capirci.

  7. 28/01/2014 6:23 pm

    Marcello

    28 gennaio 2014 at 03:11

    Temo che il sig Train, seppur noto linguista, abbia sbagliato il nome. Il nome croato di Fiume è Rijeka, e non Rejka…“.

    Temo che il sig. Marcello, seppur noto linguista, resti un gran pirla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: